Buffon pugno duro : “tutti in ritiro”

Buffon pugno duro : “tutti in ritiro”

“Quando è troppo è troppo!!!”. Questo avrà pensato Gigi Buffon ieri: al termine del derby perso contro il Torino il numero 1 bianconero e della Nazionale è venuto a conoscenza pure della sconfitta della “sua” Carrarese battuta in casa per 1-2 dalla Spal. Un risultato che relega il club toscano,…

“Quando è troppo è troppo!!!”. Questo avrà pensato Gigi Buffon ieri: al termine del derby perso contro il Torino il numero 1 bianconero e della Nazionale è venuto a conoscenza pure della sconfitta della “sua” Carrarese battuta in casa per 1-2 dalla Spal. Un risultato che relega il club toscano, di cui Buffon detiene la maggioranza azionaria, a ridosso della zona play out e quindi ora la Carrarese rischia la retrocessione.

 

 

Non deve averla presa bene Super Gigi che dopo aver dovuto digerire i gol di Darmian e Quagliarella credeva di aver già mangiato abbastanza nervoso per questo week end e invece no, quindi lungo la serata invece di recitare le classiche omelie della sera Buffon ha pensato ad un piano per riportare la concentrazione nel club toscano, l’intera squadra andrà in ritiro punitivo, la decisione è stata comunicata con una nota ufficiale sul sito della Carrarese Calcio.

 

 

Queste le parole di Buffon in merito alla sconfitta contro la Spal:

“Con la sconfitta odierna abbiamo seriamente messo in crisi il percorso fin qui svolto e si rischia di vanificare quanto di buono è stato fatto nei primi mesi del campionato”.

e la nota ufficiale comparsa sul sito della società:

“Ho esternato tutto il mio disappunto e la mia delusione al direttore generale Sandro Turotti, ed è per questo che ho pienamente appoggiato la decisione della società di portare la squadra in ritiro da mercoledì ed almeno fino al prossimo impegno di campionato. Auspico vivamente che la squadra, l’allenatore e l’area sportiva, possano ritrovare – anche grazie al ritiro stesso – la concentrazione necessaria per poter affrontare e concludere al meglio i prossimi impegni di campionato. Per la Carrarese mi sono sempre impegnato in prima persona e non solo a livello di immagine. Essa rappresenta per me la sfida quasi impossibile e l’orgoglio da mostrare, visto che questo è il mio desiderio, finché sarò al timone della società, tale deve essere per tutti, dai magazzinieri al presidente. Non è questo il momento dei bilanci, questo è il momento di considerarci tutti in discussione, in cui dobbiamo ritrovare la compattezza e la rabbia per venir fuori dalle difficoltà in cui ci troviamo. Mi auguro, infine, che anche i tifosi comprendano la situazione e non facciano mancare il loro supporto alla squadra, solo per la Carrarese e per Carrara”. canalejuve.it

 

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy