STANGATA – 3 giornate di squalifica a Chiellini!

STANGATA – 3 giornate di squalifica a Chiellini!

Il difensore della Juventus Giorgio Chiellini è stato squalificato per tre giornate dal giudice sportivo. Lo juventino ha rifilato una gomitata a Pjanic durante la gara di domenica contro la Roma. Per emettere la sentenza, il giudice Tosel ha utilizzato la prova tv come richiesto dalla Procura Federale della Figc.…

Il difensore della Juventus Giorgio Chiellini è stato squalificato per tre giornate dal giudice sportivo. Lo juventino ha rifilato una gomitata a Pjanic durante la gara di domenica contro la Roma. Per emettere la sentenza, il giudice Tosel ha utilizzato la prova tv come richiesto dalla Procura Federale della Figc. In campo l’arbitro Russo aveva concesso un semplice calcio di punizione. Chiellini salterà la gara di domenica col Cagliari.

Il difensore della Nazionale, a meno di eventuali ricorsi, dovrà scontare la sanzione anche nelle prime due giornate del prossimo campionato. “Questo Giudice – spiega Tosel nelle motivazioni – ritiene che il colpo inferto dal calciatore Chiellini con il gomito sinistro al volto del calciatore Pjanic integri gli estremi della “condotta violenta” che, se “non vista” dall’Arbitro, legittima la “prova televisiva” ax art. 35 CGS. Il braccio sinistro portato all’altezza della spalla e quindi rivolto con repentino movimento rotatorio, non correlato ad una esigenza agonistica, al volto dell’antagonista, evidenzia infatti una “intenzionalità lesiva”, i cui effetti sono riscontrabili nelle immagini televisive. Ne consegue la sanzionabilità di tale “condotta violenta non vista dall’Arbitro”, nella misura che appare equo quantificare nel minimo edittale ex art. 19, n. 4 lettera b) CGS. P.Q.M. delibera di sanzionare il calciatore Chiellini Giorgio (soc. Juventus), in relazione alla segnalazione del Procuratore federale, con la squalifica di tre giornate effettive di gara”.
Peggio di lui, però, è andata all’attaccante del Bologna Daniele Paponi. Il giocatore è stato espulso direttamente dalla panchina durante il concitato finale di partita con il Catania. Il giudice sportivo gli ha inflitto quattro giornate di squalifica “per avere, al 40° del secondo tempo, alzandosi dalla panchina, assunto un atteggiamento gravemente intimidatorio nei confronti del Quarto Ufficiale, afferrandolo con entrambe le mani ad un braccio e contestando l’operato arbitrale con espressioni irriguardose”. Squalificati per una giornata Borja, Benassi e Castellini (Livorno), Immobile e Bovo (Torino), Lucarelli (Parma), Peruzzi (Catania), Antonelli e Gilardino (Genoa), Bianchi, Lazaros e Kone (Bologna), Danilo (Udinese), Matos (Fiorentina), Onazi (Lazio), Palacio (Inter) e Rigoni (Chievo).

 

Tosel ha disposto anche la chiusura di un turno della Curva Nord dell’Atalanta, da cui sono partiti ululati e cori razzisti nei confronti di Muntari e Costant, ma anche due banane indirizzate al terzino del Milan. La pena però è sospesa con la condizionale. La società bergamasca, inoltre, dovrà pagare 40mila euro di ammenda. La Roma invece dovrà pagare 50mila euro di multa per “il lancio nel recinto di giuoco durante la gara di numerosi petardi, bengala e fumogeni ed il lancio di un petardo al termine della gara nel settore occupato dai sostenitori della squadra avversari, 2) l’esposizione nel corso della gara nei settori denominati “Curva Nord” e “Curva Sud”, di alcuni striscioni (“Daje Daniè”, “Forza Daniele”, “Napoletano Infame”) inequivocabilmente oltraggiosi ed incitanti alla violenza per l’evidente riferimento ai sanguinosi fatti verificatesi in occasione della gara finale della Tim Cup”.

fonte: tgcom

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy