VERSO NAPOLI – Riecco SuperBuffon fra i pali, Morata spera di farcela

VERSO NAPOLI – Riecco SuperBuffon fra i pali, Morata spera di farcela

record

TORINO – Mancano quasi 48 ore al big match del San Paolo. E già Allegri si trova di fronte a nuove scelte. In porta tornerà capitan Buffon al posto di Neto e sulla fascia sinistra si rivedrà Patrice Evra. Staffetta anche sulla corsia destra: dipenderà dalle condizioni di Martin Caceres, che potrebbe prende il posto di Stephan Lichtsteiner. Per Mandzukic e per i lungodegenti Marchisioe Khedira l’obiettivo, invece, l’obiettivo è tornare in campo il 18 ottobre dopo la sosta contro l’Inter.

RINNOVO – Intanto, tornando a Morata, Beppe Marotta e Fabio Paratici provano a neutralizzare quel diritto di recompra che il Real Madrid vanta sull’attaccante già nel giugno 2016. Per il presidente dei Blancos, Florentino Perez, abituato alle spese galattiche, i 30 milioni previsti dalla clausola (10 in più di quelli incassati nell’estate 2014 dai bianconeri) appaiono tutt’altro che proibitivi. E poiché lo stesso Perez sarebbe tutt’altro che insensibile alle prodezze in Champions dello spagnolo, l’unica via per la Vecchia Signora appare quella di consolidare il rapporto con il giocatore e il suo entourage. Al di là di ogni clausola, infatti, a Torino sono convinti che l’ultima parola spetterà a Morata. Ora, tra lo spagnolo e la Juventus i rapporti sono ottimi e da settimane le parti stanno lavorando a un rinnovo di contratto con ritocco dell’ingaggio e prolungamento fino al 2020. Un modo elegante per far sentire Alvaro ancora più centrale alla Juventus e quindi allontanare lo spettro di un prematuro ritorno al Bernabeu. Con il nuovo contratto l’ingaggio di Morata salirebbe da 2 a 3 milioni e mezzo di euro.

FORMAZIONE – Morata intanto vuole essere in campo già sabato sera al San Paolo: “Sto lavorando per esserci”, ha twittato ieri. Se non dovesse farcela ancora spazio a Zaza, finalmente in gol e al debutto col Frosinone. Tornerà dal primo Cuadrado e forse anche Lemina a centrocampo per garantire maggiore interdizione e contrastare il centrocampo partenopeo, formidabile nell’ultima sfida casalinga contro la Lazio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy