Test atletici in mattinata a Vinovo

Test atletici in mattinata a Vinovo

TORINO – Dopo l’entusiasmante vittoria di domenica contro la Roma, ieri la Juventus ha goduto di un giorno di riposo. Stamattina la squadra ha ripreso ad allenarsi a Vinovo e ha svolto gli ormai consueti test atletici realizzati in collaborazione con il Centro Ricerca Mapei. Ecco il resoconto della seduta,…

TORINO – Dopo l’entusiasmante vittoria di domenica contro la Roma, ieri la Juventus ha goduto di un giorno di riposo. Stamattina la squadra ha ripreso ad allenarsi a Vinovo e ha svolto gli ormai consueti test atletici realizzati in collaborazione con il Centro Ricerca Mapei. Ecco il resoconto della seduta, pubblicato sul sito ufficiale della Vecchia Signora:  “A due giorni dalla vittoria sulla Roma, che ha dato la certezza di arrivare al giro di boa davanti a tutti, i bianconeri hanno svolto questa mattina il primo allenamento da Campioni d’Inverno. Dopo l’Epifania di riposo è così iniziata la marcia di avvicinamento alla gara di domenica prossima a Cagliari, ultima del girone d’andata. Una ripresa caratterizzata dall’aspetto atletico e dalla nuova sessione di test realizzati in collaborazione con il Centro Ricerca Mapei e la supervisione del Dottore Ermanno Rampinini.

Si è trattato della terza volta in questa stagione. Quindi, nello specifico: il Mognoni (rileva la quantità di acido lattico in sei minuti di corsa a 13,5 chilometri orari), il CMJ (una serie di salti sulla pedana piezoelettrica per valutare qualità muscolare e potenza, oltre a eventuali asimmetrie degli arti inferiori), l’HIT (dieci ripetizioni sui 25 metri andata e ritorno, submassimale, per rilevare dati sulle capacità di recupero), e i cambi di direzione. Test importanti che, come nelle annate precedenti, hanno l’obiettivo di monitorare l’andamento dei singoli atleti. Intanto la giornata di martedì 7 gennaio non finisce qui. Nel pomeriggio è prevista un’altra sessione di lavoro”.

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy