Juve, allenamento punitivo: Conte striglia i suoi

Juve, allenamento punitivo: Conte striglia i suoi

TORINO – Antonio Conte ha parlato a lungo con i giocatori, “strigliandoli” per il pareggio subìto in extremis ieri pomeriggio al Bentegodi. Il tecnico bianconero ha chiesto ai suoi una immediata reazione, come era già accaduto dopo la sconfitta di Firenze. Niente di grave, ci mancherebbe, ma un lungo faccia…

TORINO – Antonio Conte ha parlato a lungo con i giocatori, “strigliandoli” per il pareggio subìto in extremis ieri pomeriggio al Bentegodi. Il tecnico bianconero ha chiesto ai suoi una immediata reazione, come era già accaduto dopo la sconfitta di Firenze. Niente di grave, ci mancherebbe, ma un lungo faccia a faccia volto a dare una “svegliata” alla squadra. Il tutto sotto gli occhi di Pavel Nedved e Beppe Marotta.

TORINO – Tutti a Vinovo ad allenarsi in quello che doveva essere il giorno di riposo. E pure sotto la pioggia. Anche il meteo punisce i gioctaori della Juventus dopo che Conte ha cancellato la vacanza per le troppe distrazioni di Verona. Allo Juventus Center è una mattinata di lavoro, non troppo intenso dal punto di vista atletico per chi ha giocato ieri al Bentegodi, ma particolarmente vigoroso sotto il profilo dell’analisi della partita, effettuata dal tecnico per evidenziare gli errori in fase difensiva e la mancanza di concentrazione della squadra.

E allo Juventus Center si sono presentati anche Beppe Marotta e Pavel Nedved quasi a sottolineare con la loro presenza la ramanzina di Conte. Non solo l’allenatore è scontento della prestazione di Verona, ma anche la società che riteneva fondamentale approfittare del derby di Roma (che ha effettivamente fermato i giallorossi) per aumentare il vantaggio in vista di un calendario che per la Juventus diventerà difficile dopo la partita contro il Chievo di domenica.

(tuttosport.com)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy