INSOSTITUIBILE – Cuadrado è già l’unica “soluzione” d’Allegri

INSOSTITUIBILE – Cuadrado è già l’unica “soluzione” d’Allegri

Il suo ingresso in campo ha letteralmente sparigliato le carte alla difesa del Chievo, sin lì perfetta, e ha suonato la sveglia ad una Juventus in evidente crisi di idee e di gioco. Arrivato nello scetticismo generale, il colombiano “rischia” di essere già imprescindibile

cuadrado video acquisto
TORINO – Il suo ingresso in campo ha letteralmente sparigliato le carte alla difesa del Chievo, sin lì perfetta, e ha suonato la sveglia ad una Juventus in evidente crisi di idee e di gioco. Arrivato nello scetticismo generale, Juan Cuadrado “rischia” di essere già un insostituibile nell’attuale schieramento di Massimiliano Allegri, ancora alla ricerca per sua stessa ammissione della formula giusta per far rendere al meglio la propria squadra.

PROBLEMI AL CENTRO – La Juve di oggi è un gruppo di calciatori senza una guida tecnica in campo e con un leader in grado di trascinare gli altri nei momenti di maggiore difficoltà. E’ soprattutto una squadra senza una schema prestabilito, senza un progetto di gioco chiaro, in cui ci si affida all’improvvisazione del singolo e in cui regna l’anarchia. In un contesto simile, chi meglio del colombiano per provare a invertire la china pericolosa assunta da questo inizio di stagione? Con gli addii di Pirlo, Vidal e Tevez, la Juventus ha perso tre calciatori che agivano prevalentemente per vie centrali e che consentivano di attaccare gli spazi in maniera efficacia; oggi, in assenza dei migliori Marchisio e Pogba e di un Hernanes che deve ancora entrare nei meccanismi del gruppo, lo sfruttamento delle corsie esterne diventa fondamentale.

FASCE VITALI – Alex Sandro a sinistra ha già fornito segnali importanti sulla sua capacità di spingere con costanza e di fornire cross invitanti per le punte e Cuadrado può essere dalla parte opposta l’altra scheggia impazzita in grado di creare la superiorità numerica. Fintanto, almeno, che la Juventus non avrà trovato un assetto stabile e torni ad essere la squadra in grado di incutere timore al suo avversario. Arrivato in prestito oneroso con diritto di riscatto fissato a 26 milioni di euro – scrivono Gazzetta e Corrieredellosport oggi – lo “scarto” del Chelsea può essere davvero in questa della fase della stagione l’uomo a cui aggrapparsi per uscire dal tunnel che sembra aver inghiottito i Campioni d’Italia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy