CUADRADO – “Juve, darò il massimo per restare qui”

CUADRADO – “Juve, darò il massimo per restare qui”

cuadrado ufficiale prestito

TORINO – Si scioglie le trecce, capo Cuadrado. Nessuna testa fasciata nella conferenza di presentazione. Il nuovo acquisto scalpita: “Sono molto contento, ringrazio Dio e la Juve per questa opportunità. E’ una grande sfida per me, mi sono sempre allenato in questi giorni per giocare. Spero di avere subito una chance domenica con la Roma. Voglio lottare per lo scudetto”.  E’ il ritorno in Italia per il riscatto: “Non è un passo indietro, era la scelta migliore per il momento che stavo passando e darò tutto per questa maglia”. Il 3 -5-2, Cuadrado lo ha già masticato con Montella: “Sono disponibile, decide Allegri dove giocherò”. Con Mou qualcosa invece non ha funzionato: “Non so perché, ho sempre fatto il professionista, ho parlato con lui prima d’andar via. Sono arrivato al Chelsea quando c’era una squadra già fatta e non sono riuscito a ritagliarmi il mio spazio”.

CHAMPIONS – Dimenticate l’anonima maglia numero 23 dei Blues, ricordatevi quel furetto che scartavetrava la fascia destra, saliva sulla testa degli avversari. Li irrideva, li sbeffeggiava, li lasciava lì sul posto. Torna al suo, Cuadrado, in Italia. Ha scelto la 16: “Era l’unico numero disponibile. E’ il giorno del compleanno di mia sorella”. In Premier è sembrato tutto più difficile rispetto alla Serie A: “Per le mie caratteristiche cerco di puntare molto l’uomo, sono rapido. Spero di riuscire a dimostrare di poter restare qui”. Eppure anche alla Juve c’è molta concorrenza: “Lo so e non mi spaventa, mi conquisterò il mio posto. Mi allenerò bene e mi farò sempre trovare al top dal mister. Che sa dove so giocare. Ovunque e comunque darò il mio meglio”. Appena un’apparizione in Champions con la maglia dei Blues: “Per me sarà meraviglioso rigiocare in Europa. Il girone è difficile, ma possiamo farcela. Lotteremo per passare il turno”.

SCUDETTO – Cuadrado per far tornare il cerchio. Allegri lo voleva già la scorsa stagione, il Chelsea lo rispedisce a Vinovo dopo appena 6 mesi e con un’eventuale perdita di 10 milioni. Lo “Special” one aveva fatto sborsare ad Abramovic uno “special price” a gennaio: 35 milioni. Marotta fissa a 25 l’eventuale riscatto a giugno prossimo e, nell’immediato, paga appena 1,8 milioni per il prestito secco sino al 30 giugno 2016. Ora c’è anche la firma e il “benvenuto” della Juve. Cuadrado deve e può riportare estro e spensieratezza. Cancellare la prima con un colpo di treccine. Ecco un jolly Cuadrado a tutto tondo: “Ho sempre giocato sia nel 4-3-3 che nel 3-5-2, non m’importa la posizione”. Da Firenze nessuno lo ha chiamato: “Sono cresciuto in viola, ma ora sono contento di stare alla Juve”. Adesso la rivalità è con la Roma: “Ci aspetta una partita tosta, con una grande squadra. Andremo all’Olimpico con la convinzione di vincere perché abbiamo di tutto per andare a imporre il nostro gioco e vincere. Vogliamo il tricolore”. Ovazione scudetto a questa frase d’un centinaio di tifosi bianconeri, che l’hanno accolto in festa allo Juventus Store dell’Area 12. Un bagno di folla e un bagno di storia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy