Asamoah torna finalmente in gruppo

Asamoah torna finalmente in gruppo

Ricordate quel giocatore tuttofare, abile a disimpegnarsi sulla fascia di centrocampo, come terzino, centrale? Ricordate il giocatore che rappresentava un sicuro titolare per Conte prima e per Allegri poi negli schemi della Juventus? Beh, Kwadwo Asamoah è finalmente nuovamente a disposizione. E’ finito nella mattinata di domenica infatti il calvario…

Ricordate quel giocatore tuttofare, abile a disimpegnarsi sulla fascia di centrocampo, come terzino, centrale? Ricordate il giocatore che rappresentava un sicuro titolare per Conte prima e per Allegri poi negli schemi della Juventus? Beh, Kwadwo Asamoah è finalmente nuovamente a disposizione.

E’ finito nella mattinata di domenica infatti il calvario di Asamoah, operato a inizio dicembre causa infortunio al ginocchio: intervento necessario per la regolarizzazione di una lesione della cartilagine di origine traumatica. Sarebbe dovuto rimanere fuori solo due-tre mesi.

 

 

La lontananza di Asamoah dal campo è invece durata cinque mesi, nei quali la Juventus ha ottenuto il massimo: Scudetto, finale di Coppa Italia e semifinale di Champions League. La sua assenza non ha pesato, ma di certo sulla carta rimane il titolare a sinistra.

 

 

Con il definitivo cambio dal 3-5-2 al 4-3-1-2 Asamoah nella prossima stagione, o magari già nelle ultime tre gare di campionato, occuperebbe il posto di terzino sinistro, pronto a tornare a centrocampo in caso di retroguardia a tre.

L’ambientamento di Evra e le diverse soluzioni proposte di volta in volta da mister Allegri potrebbero però rendere Asamoah un lusso sacrificabile: il ghanese piace tantissimo a Chelsea e Wolfburg, ma l’addio non è nei pensieri bianconeri. Il giocatore non è però incedibile e davanti ad importanti offerte verranno fatte le valutazioni del caso.

Probabile la convocazione di Asamoah per il Derby d’Italia contro l’Inter, così da far riambientare il giocatore ghanese al campo, alla Serie A. Quindici le presenze del 26enne tre volte scudettato prima dell’infortunio: nove in campionato, tre in Champions.

Ed è stata proprio in Champions l’ultima gara stagionale di Asamoah, una a dir poco decisiva: titolare nel 3-2 contro l’Olympiakos che diede inizio alla scalata europea della Juventus. L’annata non è ancora finita, oraAllegri ha un uomo in più. Per il presente e il futuro. goal.com

 

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy