Szczesny alla Juve: l’affare decolla

Szczesny alla Juve: l’affare decolla

Il portiere polacco firmerà un contratto di 4 anni, manca però l’ok dell’Arsenal. C’è distanza fra domanda e offerta , ma la diplomazia vuole chiudere al più presto

TORINO –  La Juventus ha trovato definitivamente un accordo con il portiere polacco Szczesny, che firmerà con i bianconeri un contratto di 4 anni. Ha infatti cancellato i suoi dubbi sul fatto di fare da riserva a Buffon con un super ingaggio. Restano da definire alcuni dettagli con l‘Arsenal.

Le cifre dell’affare

 

Manca solo da definire il costo del polacco visto che l‘Arsenal chiede fino a 17 milioni per il classe ’90, mentre Marotta non vuole andare oltre i 10 milioni.

SZCZESNY

L’estremo difensore del club inglese però è ritenuto da molti l’erede designato di Buffon. Sul suo ingaggio c’è un accordo di massima a cifre impensabili per un semplice portiere di riserva: si parla di circa 4,5 milioni di euro per quattro stagioni. Si tratta di un investimento di circa 50 milioni di euro al lordo. Più un’opera di convincimento importante, che pare sia servita a far digerire al polacco la prospettiva di un anno in panchina in attesa dell’addio di Buffon. Il giocatore sarebbe quindi disposto a trasferirsi a Torino, ma ora il prossimo passo del club bianconero sarà convincere  i Gunners ad abbassare le pretese. La distanza fra le due parti è evidente, ma la diplomazia vuole chiudere al più presto.

 

Il Napoli vorrebbe Szczesny, ma la Juve lo batte a suon di milioni

 

Il Napoli puntava al portiere polacco specie in vista della situazione poco chiara con Pepe Reina. Ma sicuramente non avrebbe potuto raggiungere le stessa cifre offerte dalla Juve a Szczesny. L’offerta azzurra si sarebbe fermata a 3 milioni di euro per un quinquennale, magari. Ma soprattutto il punto è che la Juventus sta perfezionando questa operazione, a cifre di un certo livello, per un portiere che sarà a tutti gli effetti una riserva, anche se solo per un anno o due. Ma questo rende l’esatta dimensione della situazione competitiva ed economica del club bianconero.

Reina

L’altra considerazione

 

C’è poi una versione diversa, della storia, forse meno verosimile ma che piace tanto ai napoletani: che la Juve voglia bloccare il Napoli sul mercato. Forse un’operazione simile a quella fatta con Higuain, che ha tolto agli azzurri il miglior centravanti del campionato, rafforzando non solo la rosa bianconera, ma anche indebolendo sensibilmente gli avversari.

In effetti il Napoli non ha urgenti bisogni di upgrade nel suo undici titolare. Nella sua dimensione, dimensione di crescita, è una squadra completa o quasi. L’unico luogo ideale dove intervenire era (ed è) proprio quello del portiere. La Juve ha un’esigenza più a lungo termine ed è proprio per questo che l’idea dell’azione di disturbo diventa plausibile.

 

Nanni consiglia Szczesny alla Juve

 

Guido Nanni, ex preparatore della Roma e maestro del polacco, ha parlato ai microfoni di Tuttosport, presentando il (quasi) primo acquisto bianconero: “I portieri si dividono in due categorie: Buffon e tutti gli altri. Wojciech Szczesny, però, è un po’ più di tutti gli altri. Se la Juventus si assicura il polacco, prende un numero uno assoluto, non un semplice dodici. E’ un pazzo buono e freddo, un prototipo di portiere abbastanza unico. Con i piedi è ai livelli di Neuer, ma ha la personalità di Tacconi e come tecnica ricorda Marchegiani, che è tuttora un riferimento”. 

Intanto la Juve fa uno sgarbo al Napoli…CONTINUA A LEGGERE…

3

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy