Pogba al Manchester, offerta indecente

Pogba al Manchester, offerta indecente

Paul Pogba sogno calcistico di tutte le grandi. E, probabilmente, nuovo record per l’acquisto più costoso di tutta la storia. Finora, però, eravamo sempre rimasti dentro i 100 milioni di euro, offerti o forse solo sbandierati da Paris Saint Germain, squadre inglesi e spagnole. Il Daily Star riporta quella che…

Paul Pogba sogno calcistico di tutte le grandi. E, probabilmente, nuovo record per l’acquisto più costoso di tutta la storia. Finora, però, eravamo sempre rimasti dentro i 100 milioni di euro, offerti o forse solo sbandierati da Paris Saint Germain, squadre inglesi e spagnole. Il Daily Star riporta quella che sarebbe la nuova proposta indecente proveniente dal Manchester City: 214 milioni per l’intera operazione.

 

 

Possibile? I Citizens, che vogliono assolutamente tornare a vincere la Premier League, alla Juventus darebbero 124 milioni di euro, al giocatore 90 in cinque anni (il che significa un ingaggio netto di 18 milioni all’anno). Chi potrebbe mai dire di no? Nessuno. Se veramente il Manchester pensa di fare un investimento del genere su un calciatore di 22 anni, allora significa che il calcio è di nuovo drogato. Dai ricchi, ricchissimi paperoni, che ovviamente non stanno in Italia. Dove cifre simili si spendevano nel 2000 (vedi gli 80 milioni per Gigi Buffon).

 

 

Il sospetto che stessimo tornando a quei tempi ce l’avevamo da tempo. Non dimentichiamo il Real Madrid che ha portato al Bernabeu Gareth Bale per 100 milioni di euro solo un’estate fa. E’ chiaro che, a queste condizioni, sul mercato sarà impossibile fronteggiare simili potenze di fuoco. Pure i 35 milioni del Milan per Jackson Martinez diventeranno noccioline. L’Italia, che ancora non ha munifici emiri a finanziare le nostre grandi, deve accontentarsi di piccole schermaglie. Condannata, ancora una volta, a vedere partire i campioni o potenziali tali.

E il fair play finanziario? Michel Platini, se ci sei, batti un colpo. Arrivare a 124 milioni di offerta è un’esagerazione. Il “no” bianconero alla cessione di Pogba in questa sessione di mercato estivo si sgretolerebbe di fronte a un simile rilancio. A quel punto, però, sostituire Paul non sarebbe tanto difficile. E la Juve si rifarebbe il look, come ai tempi della partenza di Zinedine Zidane, anche lui un ‘galletto’. italyjournal.it

 

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy