Nuova tentazione Juventus per Fredy Guarin

Nuova tentazione Juventus per Fredy Guarin

Caos calmo in casa Inter. La proprietà pretende l’Europa League dalla porta principale (quarto o quinto in classifica) e per raggiungere il traguardo da qui alla fine ci vogliono sei prove di carattere, soprattutto ora che il Parma (uno dei prossimi avversari, insieme a Napoli e Milan) ha affiancato i…

Caos calmo in casa Inter. La proprietà pretende l’Europa League dalla porta principale (quarto o quinto in classifica) e per raggiungere il traguardo da qui alla fine ci vogliono sei prove di carattere, soprattutto ora che il Parma (uno dei prossimi avversari, insieme a Napoli e Milan) ha affiancato i nerazzurri in quinta posizione. Ma in corso Vittorio Emanuele si pensa già alla prossima stagione, al mercato in entrata ma soprattutto a quello in uscita.

 

 

 

Erick Thohir lo ha ribadito nell’ultimo summit domenica mattina: gli incedibili sono pochissimi (Palacio, Icardi, Hernanes, l’infortunato Juan Jesus cui verrà prolungato il contrato fino al 2018), per tutti gli altri verranno valutate le proposte dei possibili acquirenti. Da Handanovic a Jonathan, da Alvarez a Kuzmanovic, da Kovacic a Ranocchia: nessuno verrà legato ai cancelli di appiano Gentile, neppure Guarin per il quale nelle ultime settimane si è rifatta avanti la Juventus dopo la trattativa farsa di gennaio e il mancato scambio con Vucinic. Il colombiano, nonostante il “fresco“ rinnovo potrebbe dunque partire e con lui il portiere sloveno, il cui cartellino viene valutato dal club circa 20 milioni. Ma Handanovic proprio ieri ha voluto allontanare questa ipotesi: «Il mio futuro è all’Inter – la promessa del numero 1 -. Per quanto riguarda il presente è un campionato intero che va su e giù, ed è normale che non possiamo essere contenti. Il cambio di proprietà non è un alibi, siamo noi che non riusciamo a vincere le partite. Ma questa situazione deve passare, sin dalle prossime partite. Dobbiamo fare il massimo nelle gare che mancano, solo dopo faremo i conti e vedremo come saremo arrivati».

Capitolo acquisti. Gli investimenti saranno oculati, i grandi nomi arriveranno ma solo se low cost. Per ora è caccia agli esterni e nelle ultime ore è spuntato il nome di Santiago Arias, laterale destro classe ‘92, cresciuto nell’Equidad – in Colombia – e poi maturato allo Sporting Lisbona, nella squadra B. Col PSV Eindhoven un vero e proprio exploite, al punto da attirare le attenzioni di Fiorentina e proprio dei nerazzurri che già hanno parlato con il suo agente Marcelo Ferreyra (lo stesso che assiste il connazionale Guarin). Per quel che riguarda il possibile erede di Cambiasso in mediana le ipotesi sono Fernando, Mikel e sopratutto Javi Garcia (ma in prestito). Seguito anche Nilton del Cruzeiro, giocatore poco noto a livello internazionale ma premiato come miglior centrocampista dello scorso Brasilerao.

Infine l’attacco: la lista dei possibili rinforzi sinora è abbastanza ristretta. Vucinic a parte (potrebbe rientrare in un discorso di scambio con Guarin), il primo obiettivo è il bosniaco Dzeko. A patto che il City non chieda la luna per un giocatore che ha il contratto in scadenza nel 2015, e che lo stesso bomber riduca le pretese economiche. Piace tantissimo il giovane Morata del Real Madrid (già chiesto in prestito a dicembre) mentre per Torres ci sarebbero possibilità solo nel caso in cui il Chelsea decidesse di dare il calciatore in prestito.

Ilgiono.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy