MERCATO – Non piace solo Dybala: anche Cavani e Dzeko nel mirino. E intanto si apre l’asta per Pogba

MERCATO – Non piace solo Dybala: anche Cavani e Dzeko nel mirino. E intanto si apre l’asta per Pogba

TORINO – Juve alle grandi manovre: tratta l’eventuale cessione di Pogba, l’ingaggio di Dybala e il rinnovo di Allegri. Sul talento francese, oltre a Barcellona e Real Madrid, c’è sempre anche il Psg. L’Equipe non ha dubbi: Pogba e Di Maria sono le due prossime “folli scommesse” dei parigini, pronti…

TORINO – Juve alle grandi manovre: tratta l’eventuale cessione di Pogba, l’ingaggio di Dybala e il rinnovo di Allegri. Sul talento francese, oltre a Barcellona e Real Madrid, c’è sempre anche il Psg. L’Equipe non ha dubbi: Pogba e Di Maria sono le due prossime “folli scommesse” dei parigini, pronti alla cessione di un big come Cavani per aggirare i blocchi del fair play finanziario. 
Il “matador” ex Napoli piace molto ai bianconeri, ma per approdare a Torino dovrebbe dimezzarsi lo stipendio (da 9 a 4,5 milioni), così come il colombiano Falcao (United), altro sogno quasi impossibile. Più facile mettere sotto contratto Dybala, corteggiato dalle big inglesi, in testa l’Arsenal, e ora anche dal Barcellona. 

 

Zamparini, patron del Palermo, ha fissato a quota 40 milioni la base d’asta ma la Juve, forte dell’intesa con l’entourage dell’argentino, intenzionato a rimanere in Italia, conta di cavarsela con circa 35 milioni. Intanto si è riacceso l’interesse per il bosniaco Dzeko, la prima alternativa a Cavani e Falcao, finito al centro di alcuni discorsi perlustrativi tra Marotta e il Manchster City, a margine dell’assemblea generale dell’Eca a Stoccolma. L’ad bianconero lavora anche al prolungamento fino al 2017 dell’accordo con Allegri, che ieri ha incassato il consenso pieno di John Elkann: «Volete sapere se Max ha già aperto un ciclo vincente come Conte? Sicuramente. Abbiamo ancora tante sfide davanti e c’è grande fiducia». Del resto, la sua Juve è già oltre le più rosee previsioni: «Stiamo andando molto bene in campionato e in Champions League. Il Monaco? Le squadre che arrivano ai quarti sono tutte forti: sarà dura. In questo senso, il recupero di Marchisio è un grande sollievo». A proposito, tra la Juve e la Nazionale è scoppiata la pace (armata?): «Salutare Conte? Io saluto sempre tutti – conclude Elkann -. La Figc ha coperto i nostri scudetti? Andiamo allo Stadium a tifare Italia». E basta. Almeno fino alla prossima polemica. (leggo)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy