Marchetti Sky – “Juve, discorso Sanchez aperto. Ma per ora mancano i soldi per il cartellino”

Marchetti Sky – “Juve, discorso Sanchez aperto. Ma per ora mancano i soldi per il cartellino”

Il giornalista di Sky Sport, Luca Marchetti, fa il punto sulle strategie di mercato della Juventus e non solo. Ecco il suo editoriale pubblicato su Tuttomercatoweb: Il “perdono” (anche se momentaneo) della Fifa al Barcellona apre delle (piccole) speranze alla Juventus. Uno degli obiettivi della prossima stagione infatti dei bianconeri…

Il giornalista di Sky Sport, Luca Marchetti, fa il punto sulle strategie di mercato della Juventus e non solo. Ecco il suo editoriale pubblicato su Tuttomercatoweb: Il “perdono” (anche se momentaneo) della Fifa al Barcellona apre delle (piccole) speranze alla Juventus. Uno degli obiettivi della prossima stagione infatti dei bianconeri è infatti Alexis Sanchez che già dai tempi di Udine era seguito da Marotta e Paratici. Un ok di massima con il giocatore già c’è: il ragazzo vuole tornare ad essere protagonista assoluto e con la Juve lo sarebbe (visto anche che i bianconeri vogliono continuare nel loro progetto di crescita). Il problema fino a ieri era duplice: non si era ancora parlato con il Barcellona e soprattutto il Barca non poteva vendere un pezzo così importante con il mercato bloccato (senza avere il rincalzo pronto).

 

L’unica possibilità era Gerard Deulofeu, 20 anni, canterano in prestito all’Everton dove finora ha fatto benissimo. Ora in Catalogna il mercato è di nuovo aperto e quindi i discorsi su Sanchez (e non solo) possono prendere quota. Il problema è che la trattativa fra club non è neanche iniziata. In questo momento la Juventus non avrebbe neanche i soldi in mano per pagare il cartellino del cileno (prezzo sicuramente non inferiore ai 20 milioni di euro, sconto incluso!). Bisognerà capire anche quali saranno le mosse dei dirigenti bianconeri per il prossimo mercato. Intanto si cercano gli obiettivi e i nomi ormai sono noti a tutti. Poi si penserà a vincere il campionato e l’assalto all’Europa League. Giusto per non farsi trovare impreparati quando finirà la stagione sportiva. E cominciano anche a fioccare le proposte: nelle ultime ore si sta vagliando la posizione di Shaqiri, centrocampista classe 1991, del Bayern. Al momento non è una priorità però. Anche l’Inter si muove. E stavolta scende in campo direttamente Thohir. La “scusa” è l’organizzazione dell’amichevole fra vecchie glorie, in realtà Madrid rimane la capitale del calcio europeo, almeno per l’Inter che proprio a Madrid ha vissuto i suoi momenti più belli. Ausilio è in Spagna già da un paio di giorni. Ha avuto modo di incontrare gli agenti di Morata dai quali però non sono arrivati segnali incoraggianti. Non tanto per il giocatore che sarebbe pronto all’esperienza in Italia, quanto per la volontà del Real che non vuole proprio privarsi dell’attaccante. Magari ci sarà modo di parlare anche con Thohir. E poi ha visto di nuovo all’opera Torres e Obi Mikel. Ecco, la strada inglese sembra quella meno difficile. Al pacchetto potrebbe aggiungersi Demba Ba (al posto di Torres), visto che un superattaccante al Chelsea arriverà (probabilmente Diego Costa). Saranno giorni intensi… Anche perché sugli altri obiettivi la concorrenza non manca: Evra ha l’offerta del rinnovo dello United sul tavolo (3 anni), su Sagna c’è anche il PSG (e naturalmente l’Arsenal che lo vorrebbe tenere) Grazie alla Champions la Roma può ragionare in maniera diversa rispetto alle passate stagioni (quando le coppe non c’erano). Non c’è necessità di sacrificare due pezzi della rosa per alimentare il mercato (e sostenere la stagione). Dalla Champions (e dalle maggiori sponsorizzazioni) arriverà un tesoretto pari a una cessione eccellente. Poi sarà compito di Sabatini continuare l’eccellente lavoro di scouting fatto in queste stagioni per consegnare a Garcia (il cui rinnovo non è in discussione) una squadra ancora più competitiva. Con Pjanic, almeno a sentire radio mercato, per cui si sta lavorando al rinnovo. Al Milan in attesa di capire soprattutto la posizione di Seedorf, potrebbe servire una cessione di un certo livello, per alimentare il mercato. De Sciglio ha detto che se dovesse toccare a lui sarebbe pronto. Per sostituirlo un’idea potrebbe essere Peruzzi del Catania (seguito anche dall’Inter, la scorsa estate). Invece il Verona ha già trovato il sostituto di Iturbe (sempre più vicino al Real Madrid): è Tito Villalba del San Lorenzo. Sean Sogliano in questi giorni è in Argentina e i contatti sono continui: si è arrivati addirittura a un’intesa di massima. Se la situazione non dovesse precipitare siamo davvero alle fasi conclusive.

TMW

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy