Juve, ci siamo per la cessione di Llorente

Juve, ci siamo per la cessione di Llorente

La Juventus e Fernando Llorente ad un passo dal divorzio. “Dopo due stagioni contraddittorie: la prima da protagonista, la seconda da comprimario, con l’amico Alvaro Morata che accendeva la freccia e lo sorpassava senza pietà. Ventisette gol in 90 partite a bilancio e un futuro a tinte diverse da quelle…

La Juventus e Fernando Llorente ad un passo dal divorzio. “Dopo due stagioni contraddittorie: la prima da protagonista, la seconda da comprimario, con l’amico Alvaro Morata che accendeva la freccia e lo sorpassava senza pietà. Ventisette gol in 90 partite a bilancio e un futuro a tinte diverse da quelle bianconere”, scrive Tuttosport.

 

 

“Soprattutto l’arrivo di Mario Mandzukic chiude le porte alla permanenza del Re Leone il cui ingaggio da 4,5 milioni netti di base ha sinora frenato il pressing dei club interessati al suo destino. Innanzitutto il Monaco, vicino ad accontentare le richieste della Juventus, ma in difficoltà nel soddisfare le richieste dell’entourage della punta. Llorente non ha mai nascosto, a chi lo conosce da vicino, di preferire il ritorno in Spagna qualora fosse stato “costretto” a lasciare Torino, città che l’ha adottato e dalla quale si è lasciato affascinare sin dal primo momento. Ma le leggi del mercato sono terribili, se hai due anni di contratto e non ottieni la conferma. Gli inglesi aumentano il pressing, se è vero che il Tottenham sarebbe pronto a offrire 15 milioni e a tentare il giocatore con un accordo di prim’ordine. A ruota segue il Liverpool che, un paio di mesi fa, si era mosso prima di tutti.

 

Il Porto non perde le speranze, ma servirebbe un “aiuto” da parte di Llorente (nel senso di una volontà di abbassarsi l’ingaggio) perché l’affare prenda quota. Anche il West Ham avrebbe sondato il terreno”, chiude così il suo articolo Antonino Milone. todaysport.it

 

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy