LE VOCI – Addio Pepe: “Grazie Juve…”

LE VOCI – Addio Pepe: “Grazie Juve…”

TORINO – (calcionews24.com) Dopo cinque stagioni Simone Pepe saluta laJuventus: da oggi, infatti, l’esterno fa parte della lista degli svincolati. Dopo aver vinto quattro scudetti Pepe potrebbe tornare a vestire la maglia dell’Udinese: «Conserverò un ricordo bellissimo dell’esperienza alla Juve. Anni stupendi e un feeling incredibile con compagni e tifosi…

TORINO – (calcionews24.com) Dopo cinque stagioni Simone Pepe saluta laJuventus: da oggi, infatti, l’esterno fa parte della lista degli svincolati. Dopo aver vinto quattro scudetti Pepe potrebbe tornare a vestire la maglia dell’Udinese: «Conserverò un ricordo bellissimo dell’esperienza alla Juve. Anni stupendi e un feeling incredibile con compagni e tifosi che non si cancellerà mai. Ho dato l’anima per i colori bianconeri. Tutti mi hanno voluto bene: il loro affetto ha cancellato le sofferenze legate agli infortuni che mi hanno fatto perdere due anni», ha dichiarato, come riportato da La Gazzetta dello Sport, il calciatore romano, che a proposito dell’Udinese ha confermato: «Ho ricevuto diverse richieste, ma i friulani sono la prima scelta. Udine è casa mia. Ho già parlato con Gino Pozzo e mi piacerebbe tornare. I contatti sono stati positivi e aspetto la loro decisione. Intanto mi sto già allenando in palestra per essere pronto. Voglio tornare protagonista». 

 

I RICORDI – Pepe, dunque, riavvolge il nastro della sua carriera e rievoca dall’album dei ricordi il momento più bello vissuto nella Juventus: «E’ coinciso con la vittoria del primo scudetto. L’ho vissuto da titolare. È stato stupendo e ha rappresentato la rinascita della Juve dopo alcuni anni difficili. Rimarrà sempre nel mio cuore», ha spiegato l’esterno, che è stata una figura importante nello spogliatoio, nonostante negli ultimi anni non sia stato protagonista: «Andavo a Vinovo per incitare i compagni e strappar loro un sorriso nei momenti di difficoltà. Con i miei scherzi ho bersagliato tutti i compagni. Sono estroverso e riesco a far parlare tutti, pure Krasic che il primo anno con noi non spiccicava una parola d’italiano. Ce l’ho fatta a gesti (risata, ndr)».

L’EREDITA’ – La sua maglia ora è finita sulle spalle di Paulo Dybala, che aiuterà la Juventus a primeggiare in Italia e in Europa: «È fortissimo. A Palermo ha fatto cose incredibili e darà un contributo importantissimo alla Juve, ha tutto per diventare un campionissimo. L’ambiente ha una mentalità vincente che viene trasmessa a tutti i calciatori e gli allenatori che arrivano. Nello spogliatoio ci sono grandi uomini come Buffon, Barzagli, Chiellini, Bonucci e Padoin. Loro sono un esempio per il gruppo e trascinano la squadra nei momenti difficili. Vinceranno ancora».

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy