Juve, si è provato ad anticipare l’arrivo di Neto: no della Fiorentina

Juve, si è provato ad anticipare l’arrivo di Neto: no della Fiorentina

Le indiscrezioni a giochi fatti, il più delle volte, sono sempre interessanti. E la Juventus, dal canto suo, nella giornata di ieri ha consolidato questa teoria. Prendiamo Neto, separato in casa alla Fiorentina, destinato a trasferirsi in estate alla corte della Vecchia Signora. Percorso delineato, quadriennale da quasi 2 milioni…

Le indiscrezioni a giochi fatti, il più delle volte, sono sempre interessanti. E la Juventus, dal canto suo, nella giornata di ieri ha consolidato questa teoria. Prendiamo Neto, separato in casa alla Fiorentina, destinato a trasferirsi in estate alla corte della Vecchia Signora. Percorso delineato, quadriennale da quasi 2 milioni netti a stagione sullo sfondo, firma che verrà messa nero su bianco rispettando le tempistiche di rito.

 

 
Il 25enne portiere brasiliano terminerà verosimilmente la stagione in tribuna, i viola hanno deciso di puntare su Ciprian Tatarusanu e Antonio Rosati, definendo una strategia ben delineata. Per l’estremo difensore verdeoro non c’è più spazio nel capoluogo toscano e, proprio per evitare un triste copione già scritto, in corso Galileo Ferraris anche nella giornata di ieri hanno provato ad anticipare i tempi di questo innesto pressoché scontato, non trovando terreno fertile con chi detiene il cartellino del giocatore.

La Fiorentina, avendo perso ormai il prossimo bianconero a titolo gratuito, ha deciso di trattenere Neto fino al termine della stagione, rinviando l’addio alla fine del campionato. Nelle scorse settimane, secondo quanto raccolto da Goal Italia, Fiorentina e Juventus hanno provato a studiare un possibile scambio con Sebastian Giovinco, il quale però non ha mai preso in seria considerazione l’opportunità di sposare il progetto gigliato, forte di una proposta irrinunciabile targata Toronto.
 
Beppe Marotta e Fabio Paratici hanno tentato di risparmiare sei mesi difficili a colui che, in ottica progettuale, potrebbe seriamente raccogliere la pesante eredità di Gianluigi Buffon. Proprio attraverso questa prospettiva a Torino sono riusciti a superare la concorrenza del Liverpool, convincendo il brasiliano ad accettare la proposta bianconera. E i ‘Reds’, con grande convinzione, hanno tentato fino all’ultimo di far cambiare idea al diretto interessato, spingendosi a un’offerta salariale superiore a quella messa sul piatto dai piemontesi. Tutto inutile. Sarà, appunto, Juventus.
 
La stretta di mano tra le parti c’è stata, la firma appare solamente un dettaglio, Neto si appresta ad effettuare il grande salto. Il tutto grazie a Firenze, piazza che ha creduto – nonostante le prime incerte apparizioni – nelle qualità tecniche di un portiere munito di ampi margini di miglioramento.
 
All’inizio di quest’ultima sessione invernale, da poche ore giunta ai titoli di coda, a testimonianza di come il mercato sia sempre fluido, il Cagliari ha tentato l’offensiva per Marco Storari, non trovando però né il gradimento dell’attuale vice Buffon né il placet di Madama. Qui il legame si interromperà a giugno, scadenza di contratto, nuova avventura professionale per il 38enne nativo di Pisa. E, se Neto fosse sbarcato nell’immediato sotto la Mole, a fare le valigie sarebbe stato Rubinho; seguito con interesse da alcuni club della serie cadetta. Tutto rinviato a giugno. (Goal.com)

 

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy