Juve, Marotta punta tutto su Rolando

Juve, Marotta punta tutto su Rolando

TORINO – La Juve spinge per il difensore ex Inter, in rotta col Porto dove è fuori rosa da inizio stagione. Il manager del portoghese è già in Italia: a breve il summit. Secondo Tuttosport, è la classica occasione che di solito stuzzica l’appetito di Giuseppe Marotta e Fabio Paratici.…

TORINO – La Juve spinge per il difensore ex Inter, in rotta col Porto dove è fuori rosa da inizio stagione. Il manager del portoghese è già in Italia: a breve il summit. Secondo Tuttosport, è la classica occasione che di solito stuzzica l’appetito di Giuseppe Marotta e Fabio Paratici. Gli uomini mercato bianconeri hanno studiato il caso del centrale portoghese di origini capoverdiane e da una decina di giorni hanno cominciato a tessere la tela. Contatti continui, giustificati dall’emergenza del reparto arretrato.

 

Allegri avrà anche cambiato sistema di gioco (dalla retroguardia a tre a quella a quattro), ma dietro la coperta è sempre corta. Andrea Barzagli, operato in estate al calcagno, non è mai stato disponibile e ne avrà almeno sino a fine gennaio 2015. Martin Caceres e Luca Marrone – pure loro attualmente ai box – si sono già fermati due volte a testa per problemi muscolari. Tra stop e ricadute, il ‘Conte Max’ spesso e (mal)volentieri ha avuto le scelte obbligate in difesa. Visto lo scenario, in corso Galileo Ferraris sono orientati a rinforzare la linea davanti a Buffon fin da gennaio. 

SUMMIT A BREVE – Rolando negli ultimi giorni è diventato molto più che un’idea per la Juve. Il nome è sempre più caldo. La conferma arriva da fonti portoghesi vicine al difensore. Ieri Joao Cardoso, l’avvocato dell’ex giocatore di Inter e Napoli, è sbarcato in Italia. L’impresario lusitano ha in agenda un appuntamento con i dirigenti bianconeri. Secondo i ben informati il summit sarà a breve e non si tratterà di un semplice caffè tra conoscenti. Su Rolando, in tempi diversi, si sono mossi anche l’Inter e la Roma. La Juventus è segnalata in pole postion, ma è possibile che il blitz di Jao Cardoso riattivi l’interesse dei nerazzurri e quelli della Roma, alle prese con la lunga assenza di Castan. 

INTRIGATO – Il difensore del Porto vuole cambiare aria e soprattutto non vuole più aspettare. L’interesse della Juve lo ha lusingato al punto da indurlo a respingere le avances di alcuni club di Premier League (tra cui l’Aston Villa) e del Besiktas. Rolando vuole tornare in Serie A e non vorrebbe farsi sfuggire il treno dei campioni d’Italia. 

LOW COST – “Siamo attenti alle opportunità”, ribadisce ad ogni occasione Giuseppe Marotta. Rolando, vista la situazione col Porto, rientra nella casistica tracciata dall’ad juventino. E’ un difensore esperto (29 anni) di piede destro (come Barzagli e Caceres), conosce bene il nostro campionato (ha vestito le maglie di Napoli e Inter, con cui nella scorsa stagione ha collezionato 29 presenze e 4 gol) e ora come ora potrebbe essere impiegato anche in Europa, visto che per motivi contrattuali il tecnico Lopetegui lo ha sempre lasciato ai margini. C’è anche un altro dettaglio che intriga i dirigenti della Juventus: Rolando ha il contratto che scade nel 2016 e non ha nessuna voglia di rinnovarlo. Il potente presidente dei dragoes, Pinto da Costa non è il tipo da grossi sconti, ma per accontentarlo potrebbero bastare 4/5 milioni. Più o meno la cifra che la scorsa estate l’Inter non ha voluto spendere per riscattarlo, puntando fino all’ultimo su uno sconto. In realtà anche il ds romanista Walter Sabatini aveva strizzato l’occhio al centrale portoghese prima di chiudere per Kostas Manolas. Quasi certamente la Juve proverà a negoziare anche la via del prestito

SCHAR E GLI ALTRI – I contatti degli ultimi giorni hanno scaldato la pista Rolando. L’ex interista non è però l’unico nome sul taccuino degli uomini mercato bianconeri. Marotta e Paratici hanno visionato diversi profili di difensori e continueranno a farlo anche nelle prossime settimane. Particolarmente apprezzato Fabian Schar, 22enne del Basilea allenato dall’ex juventino Pauolo Sousa. Lo svizzero, nel mirino di mezza Europa, ha il contratto in scadenza a giugno 2015 e in più occasioni ha guardato con interesse all’opportunità di un trasferimento in bianconero. Sempre viva l’ipotesi dell’ex viola Matija Nastasic (ai margini del Manchester City, a gennaio potrebbe muoversi in prestito), senza dimenticare Stefan Savic della Fiorentina (possibile scambio con Giovinco) e Vlad Iulian Chiriches (c’è anche la Roma) del Tottenham. (Calciomercato.com)

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy