Juve, Lavezzi in bilico Marotta ci prova

Juve, Lavezzi in bilico Marotta ci prova

TORINO – Impegnati nella definizione dell’affaire Romulo, ma sempre con le antenne dritte sui movimenti degli attaccanti. Giuseppe Marotta e Fabio Paratici stanno lavorando su più tavoli, a caccia dell’occasione giusta per completare il reparto offensivo. Massimiliano Allegri ha chiesto un giocatore tecnico, preferibilmente una prima punta. Ma c’è da…

TORINO – Impegnati nella definizione dell’affaire Romulo, ma sempre con le antenne dritte sui movimenti degli attaccanti. Giuseppe Marotta e Fabio Paratici stanno lavorando su più tavoli, a caccia dell’occasione giusta per completare il reparto offensivo. Massimiliano Allegri ha chiesto un giocatore tecnico, preferibilmente una prima punta. Ma c’è da scommettere che non storcerebbe il naso se il “regalo” fosse Ezequiel Lavezzi. Il Pocho non è un centravanti (bensì una punta esterna), ma a certe cifre diventerebbe la classica opportunità. La Juventus in questo momento osserva e s’informa, pronta a entrare in “partita” nel caso l’argentino decidesse di separarsi dal Paris Saint Germain. L’idea di provarci c’è, a patto che certi incastri rendano più semplice la pista dal punto di vista economico. 

 

DUBBI – A Parigi continuano a ribadire l’incedibilità dell’ex napoletano, ma con la stessa forza insistono per il connazionale Angel Di Maria del Real Madrid. Arruolare entrambi sembra un lusso anche per una potenza come il Psg. I campioni di Francia stanno trattando con Lavezzi l’allungamento del contratto (scadenza 2016), ma la sensazione dei ben informati è che in un caso o nell’altro il futuro del Pocho resterebbe in bilico. Lui per primo, in caso di acquisto di Di Maria, potrebbe chiedere di cambiare aria. Qualche segnale è già partito. Segnali che i soliti intermediari hanno recapitato anche in corso Galileo Ferraris. In casa Juve hanno preso appunti e lo stesso hanno fatto Milan e Liverpool, protagonisti di sondaggi più o meno concreti con l’entourage dell’attaccante esterno. Lavezzi ha uno stipendio alto (sui 5 milioni), ma tornerebbe volentieri in Italia. Sulla carta, il Liverpool – forte degli 80 milioni incassati da Suarez – è quella che potrebbe soddisfare meglio le esigenze dell’argentino, ma Milan e Juve mantengono un certo fascino agli occhi del Pocho. I rossoneri un contatto con il Psg lo hanno avuto anche l’altro giorno, a margine dei discorsi per Adrien Rabiot (di cui riferiamo a pagina 6).

CONTATTI – Quella di Lavezzi è molto più che un’idea, ma non è ancora un progetto evoluto in una trattativa vera e propria. Prima la Juve vuole capire le mosse del giocatore e soprattutto ha l’esigenza di ricucire i rapporti con il club della Tour Eiffel, che non ha ancora digerito il “ratto” del 18enne Kingsley Coman. (tuttosport)

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy