EXTRA – Anelka al Mumbai City Fc, nell’Indian Super League

EXTRA – Anelka al Mumbai City Fc, nell’Indian Super League

TORINO – Un altro ambasciatore del grande calcio internazionale sbarca nel calcio indiano. Nicolas Anelka è pronto per una nuova avventura nella Indian Super League, il massimo campionato del Paese asiatico. Secondo le indiscrezioni di Sky, l’attaccante francese ha firmato il suo primo contratto con l’Fc Mumbai legandosi per i…

TORINO – Un altro ambasciatore del grande calcio internazionale sbarca nel calcio indiano. Nicolas Anelka è pronto per una nuova avventura nella Indian Super League, il massimo campionato del Paese asiatico. Secondo le indiscrezioni di Sky, l’attaccante francese ha firmato il suo primo contratto con l’Fc Mumbai legandosi per i prossimi 3 mesi con un ingaggio di un milione di dollari. Un’avventura che permetterà ad Anelka di impreziosire una lega che potrà già vantare campioni del calibro di Alessandro Del Piero, David Trezeguet e l’ex Arsenal Ljungberg. In particolare con il francese aumenta la colonia di ex juventini nella ISL, che inizierà con il botto con la sfida tra il Delhi Dynamos di Pinturicchio contro il Pune City di Trezegol e dell’allenatore italiano Franco Colomba. Un trofeo a cui parteciperanno solo 8 squadre per una durata davvero minima di 3 mesi.

 

Sicuramente però l’arrivo di questi esperti calciatori europei contribuirà e non poco ad aumentare l’appeal di uno sport che spera di conquistare un numero sempre maggiori di appassionati.Anelka spera di rilanciarsi nel calcio internazionale dopo la quenelle Per Anelka, quella nel Mumbai City Fc rappresenta l’ennesima sfida e avventura professionale. Il classe ’79 non ha nessuna voglia di ritirarsi dal calcio giocato dopo aver vestito le maglie di Psg, Arsenal, Real Madrid, Liverpool, Manchester City, Fenerbahce, Bolton, Chelsea, Shanghai, Juventus e West Bromwich. L’avventura indiana rappresenta l’inizio di una nuova vita per Anelka che ha visto la sua immagine compromessa dall’episodio della quenelle, quando durante la sfida del suo WBA contro il West Ham festeggiò il gol con il gesto evocativo di antisemitismo e razzismo. Un episodio che gli è costato una squalifica di 5 giornate e la burrascosa rescissione del contratto con il club inglese. (http://calcio.fanpage.it/)

Juvenews.eu

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy