ESCLUSIVA – La storia di Coman. “E’ un talento puro”

ESCLUSIVA – La storia di Coman. “E’ un talento puro”

Nove e mezzo. E chi sta pensando a Roberto Baggio – forse – sta pensando al giocatore giusto. Né un numero dieci, né un centravanti, ma un giocatore di talento, capace di giocare su tutto il fronte offensivo. Un calciatore del quale presto sentirete parlare. Kingsley Coman, è il nuovo…

Nove e mezzo. E chi sta pensando a Roberto Baggio – forse – sta pensando al giocatore giusto. Né un numero dieci, né un centravanti, ma un giocatore di talento, capace di giocare su tutto il fronte offensivo. Un calciatore del quale presto sentirete parlare. Kingsley Coman, è il nuovo colpo della Juventus, strappato al Psg grazie alle capacità dirigenziali del direttore generale Giuseppe Marotta. Nato in Francia 13 Giugno 1996 a Parigi, Coman ha abbracciato la carriera calcistica all’età di 9 anni, l’anno in cui è entrato nel centro di formazione di PSG grazie alla spinta di suo padre, fervido tifoso dei parigini. E’ un centrocampista offensivo, molto versatile, capace di giocare in ogni posizione d’attacco.

 

E’ ritenuto un talento eccezionale, capace di esordire in Ligue 1 a 16 anni 8 mesi e 4 giorni. E’ stato il più giovane giocatore nella storia del Paris Saint Germain a debuttare nel campionato. Impressionante nel dribbling, elegante nello stile, con una visione di gioco nitida, Coman gioca la sua prima partita in Ligue 1 il 17 Febbraio 2013, contro il Sochaux entrando nei minuti finali al posto di Marco Verratti. Kingsley Coman è un talento raro, ha un profilo atipico, gioca in posizioni diverse. La sua vivacità, la sua esplosività e il suo atletismo lo rendono un elemento in grado di fare la differenza. L’allenatore della Francia Under 17 Patrick Gonfalone riassume le sue qualità: “E’ un calciatore completo, è molto intelligente, ha talento. Ha una buona visione di gioco, sa leggere molto bene lo sviluppo del gioco, ha un tasso tecnico al di sopra della media. Se fosse stato in un altro club rispetto al Psg, certamente avrebbe avuto più spazio. Può giocare ovunque in attacco, e in mezzo al campo, ma sono convinto che sarebbe terribile se giocasse in appoggio della prima punta, una sorta di nove e mezzo. Lì potrebbe giocare tra le linee, muoversi con naturalezza, e spaccare gli equilibri”. Originario della Guadalupa, Coman è già stato contattato dalla Federazione della Guinea per essere convocato in nazionale, ma ha già declinato l’invito per continuare la sua trafila delle formazioni giovanili francesi. Nell’ultima stagione ha giocato pochissimo in prima squadra: il tecnico Laurent Blanc gli ha lasciato pochissimo spazio, lui ha atteso invano un contratto da professionista prima di legarsi alla Juventus. Il club bianconero lo ha scovato nella Youth League Uefa, la seguito le sue tracce fino a tesserarlo. Kingsley Coman: un grande colpo per Marotta e Paratici, i tifosi sognano già che possa ripercorrere le orme di Platini e Zidane. (Juvenews.eu)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy