Caso Coman: ecco perché la Juve fa in ogni caso un affare

Caso Coman: ecco perché la Juve fa in ogni caso un affare

Il Bayern potrebbe decidere di non riscattare il francese, ma i bianconeri sono tranquili

TORINO – Negli ultimi giorni sono rimbalzate diverse indiscrezioni sul futuro di Kingsley Coman, l’attaccante francese della Juve in prestito con diritto di riscatto al Bayern di Ancelotti. Sembra infatti che la società bavarese stia varando l’ipotesi di non riscattare il giocatore, che in questo caso farebbe ritorno a Torino. Come reagirà la Juve? Sicuramente questo non rappresenterà un problema, e adesso proviamo a spiegarvi perché. Coman è stato girato al Bayern in prestito oneroso biennale con diritto di riscatto. Per il prestito il club tedesco ha versato 7 milioni nelle casse bianconere, impegnandosi a pagare altri 20 milioni per riscattare il giocatore. Sono solo questi soldi dunque ad essere in ballo, mentre quelli per il prestito sono già stati pagati. Se alla fine il Bayern dovesse decidere di far tornare il giocatore a Torino, la Juve avrebbe comunque guadagnato 7 milioni e avrebbe in rosa un giocatore giovane che a questo punto ha anche esperienza internazionale. Niente male insomma, anche perché se i bianconeri proprio non volessero tenere Coman, c’è da considerare che il ragazzo ha anche un ottimo mercato. In tutto ciò comunque Marotta e Paratici sono convinti che il Bayern rispetterà l’accordo verbale che le due società si sono prese due anni fa, e quindi Coman dovrebbe restare in ogni caso a Monaco. Ma se anche non fosse così, la Juve uscirà comunque vincitrice da questa situazione. E intanto Pogba sta già per dire addio a Mou – CONTINUA A LEGGERE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy