Tacconi: “ Quando giocavo contro il Napoli mi divertivo anche io a provocare”

Tacconi: “ Quando giocavo contro il Napoli mi divertivo anche io a provocare”

L’ex portiere bianconero ha rilasciato delle dichiarazioni

di redazionejuvenews
Stefano Tacconi

TORINO – L’ex portiere bianconero Stefano Tacconi ha riacceso la sfida scudetto con il Napoli, rilasciando delle dichiarazioni ai microfoni di RMC Sport.

“ Mourinho è un provocatore, è fatto così. A me sono arrivati insulti per venticinque anni… Ogni volta che giocavo contro il Napoli mi divertivo anche io a provocare.Ieri sera c’è stata una debolezza mentale e fisica negli ultimi dieci minuti. Quando sono entrati Fellaini e Mata il Manchester United ha giocato più veloce della Juventus e sono arrivati i due gol. Io avrei messo un difensore, ma avrei giocato a cinque negli ultimi dieci minuti. Quando sull’uno a zero i bianconeri hanno sbagliato l’ennesima palla gol a mio figlio ho pronosticato la rete dello United. Sulle punizioni non ci sono responsabilità, non ha visto la palla. Il secondo gol è una brutta palla che è rimbalzata davanti: o la blocchi o cerchi di buttarla più lontano. In quei momenti non sei neanche più lucidissimo. Io sarei andato come un kamikaze a prendermi quel pallone nella mischia. Una squadra che ha fatto sette occasioni da gol più di questo non poteva fare. Intanto in casa Juve si pensa alla prossima mossa di mercato.>>> CONTINUA A LEGGERE 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy