Simoni: “Vedo difficile che possa maturare un risultato diverso da una vittoria dei bianconeri”

Simoni: “Vedo difficile che possa maturare un risultato diverso da una vittoria dei bianconeri”

L’ex allenatore dell’Inter ha parlato in vista del big match che di disputerà venerdi sera all’Allianza Stadium

di redazionejuvenews

Gigi Simoni, ex tecnico nerazzurro, ha inevitabilmente parlato ai cronisti nei giorni precedenti al derby d’Italia tra Inter e Juventus che durante

la sua gestione scoppio nell’ormai storico episodio Iuliano-Ronaldo. Ecco cosa ha detto l’allenatore: “Vedo difficile che possa maturare un risultato diverso da una vittoria dei bianconeri. L’Inter è una squadra molto tosta, ha temperamento e in rosa ha molti campioni; ma se dovessi attenermi a ciò che ho visto quest’anno, il pensiero è che la Juventus vince sempre. Bisogna prenderne atto. C’è poco da fare contro di loro, la si può battere soltanto con un po’ di fortuna (sorride ndr): il Genoa ad esempio è riuscito a fare un punto a Torino, il Manchester ha trionfato ma la sorte li ha ben assistiti. La Juventus è uno schiacciasassi, ha vinto tutte le partite a parte un pareggio e l’impressione non può che esser positiva. E’ una squadra che con Ronaldo è diventata impossibile da affrontare, ha costruito nel corso del tempo una formazione ineguagliabile. Gli altri anni erano bravi mentre ora sono bravissimi. I suoi successi sono tutti meritati, la squadra è composta tutta da grandi campioni. I due Ronaldo? E’ difficile dar dei giudizi su giocatori di epoche diverse. Cristiano Ronaldo è un giocatore determinante e può far gol in qualsiasi momento esattamente come faceva il ‘mio’ Ronaldo. Con lui, ora, la Juve è una squadra completa. E non ne ricordo tante così in più di sessanta anni di calcio. C’era il Milan di Nereo Rocco, il ‘Grande’ Torino e poi c’è la ‘Grande’ Juventus che è sicuramente più forte di quella che ho affrontato io ed era composta da Zidane, Del Piero, Inzaghi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy