Sconcerti: “In Europa non basta adattarsi”

Sconcerti: “In Europa non basta adattarsi”

“La Juve nascosta è nettamente superiore al Tottenham. Ma dov’è?”

SCONCERTI

TORINO – Nel suo editoriale per il Corriere della Sera Mario Sconcerti analizza il pareggio di ieri sera della Juventus contro il Tottenham all’Allianz Stadium: “C’è nella partita della Juve il rigore sbagliato da Higuain, ma c’è ancora una volta un gioco troppo ovvio, quasi soltanto teso a difendersi. La Juve ha un calcio molto bello quando vuole correre, ma sembra ormai abituata a rinunciare. Alla lunga è abbastanza incomprensibile. È mancato Douglas Costa, l’attaccante in più, il centrocampista in meno. Difficile fare previsioni sul ritorno, saranno due squadre diverse, la Juve dovrà segnare e il Tottenham comunque vorrà farlo. Ma è come perduta la parte migliore della Juve e non da oggi. Subire è diventata un’orazione, una necessità mistica. Non può essere l’unico progetto. In campo europeo non può bastare e non richiama una grande squadra, accenna piuttosto alle antiche favole sul calcio italiano. Ora tocca ad Allegri trovare una soluzione. Arriva un momento della stagione in cui non si può più adattarsi alle partite, bisogna conquistarle, provare a dominarle. Anche perché l’imbattibilità delle difese è per definizione non eterna. È tempo di tornare al gioco. Questa Juve rischia seriamente di andar fuori. La Juve nascosta, potenziale, è ancora nettamente più forte del Tottenham. Ma dov’è?”.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: 

ALLEGRI POST TOTTENHAM

LE PAGELLE DI JUVENTUS-TOTTENHAM

LA DELUSIONE DEI TIFOSI SUI SOCIAL

SEGUICI SU: Facebook / Twitter / Instagram

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy