Regia, punizioni e 4-3-3: questo Pjanic ricorda sempre più il Maestro

Regia, punizioni e 4-3-3: questo Pjanic ricorda sempre più il Maestro

Il bosniaco ormai ha preso il ruolo di Pirlo nella Juve

di redazionejuvenews
Champions League: 50 milioni per Pjanic

TORINO – Miralem Pjanic di queste ultime settimane assomiglia sempre di più ad Andrea Pirlo, il “Maestro” al quale l’intero mondo del pallone ha da poco reso omaggio nel giorno del suo addio al calcio Un maestro, Pirlo, che proprio con la maglia della Juventus ha tenuto le ultime lezioni nelle università del calcio, lasciando un ricordo indelebile nei tifosi bianconeri. Memoria che Pjanic sta rinverdendo, più che mai ora che ha iniziato a giocare anche nella stessa posizione, da regista unico regista davanti alla difesa. E’ il punto d’arrivo di un’evoluzione che Allegri aveva accompagnato fin dai primi mesi bianconeri, arrivato dalla Roma come mezzala. Ruolo in cui aveva però dimostrato presto di soffrire nel 3-5-2 con cui la Juventus aveva iniziato la scorsa stagione, non possedendo il dinamismo di Pogba, del quale aveva di fatto preso il posto. Tanto che già all’inizio di quel campionato il tecnico lo aveva schierato davanti alla difesa, con risultati però altalenanti. Così Allegri aveva accantonato l’idea, ma solo per portarla a termine con un percorso più graduale, parallelo all’evoluzione seguita nella stagione passata da tutta la squadra: così a dicembre Pjanic aveva brillato da trequartista in una Juveschierata spesso con il 4-3-1-2, arretrando poi davanti alla difesa, ma con Khedira al suo fianco, con la svolta del 4-2-3-1. Posizione in cui Pjanic era stato tra i grandi protagonisti della seconda eccellente parte della stagione bianconera: «Ora lo aiuta avere un giocatore accanto, ma vedrete che in futuro sarà un grande anche da centrale unico», puntualizzava però il tecnico. Previsione avveratasi nelle ultime settimane, con il passaggio al 4-3-3 e Pjanic in mezzo a Khedira e Matuidi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy