Padoin: “A Torino i momenti più belli della mia carriera. Proveremo a metterli in difficoltà”

Padoin: “A Torino i momenti più belli della mia carriera. Proveremo a metterli in difficoltà”

Il centrocampista ha parlato a La Nuova Sardegna

padoin

TORINO – La Nuova Sardegna ha intervistato il centrocampista del Cagliari Simone Padoin, in vista della sfida con la Juventus.

“La partita con i campioni d’Italia è come le altre?”

“No, perchè stiamo parlando del mio recente passato. A Torino sono stato quattro anni e mezzo, vivendo i momenti più belli della mia carriera a livello di risultati.”

“Qual è il più bel ricordo che conserva?”

La vittoria del primo scudetto, perchè è stata inaspettata. Ma la gara che ho nel cuore è il ritorno della semifinale di Coppa Italia con la Fiorentina. Perdiamo 2-1 in casa, poi andiamo a vincere 3-0 a Firenze. Una soddisfazione enorme.”

“Se quando ho lasciato Torino ho mai avuto ripensamenti?”

“Mai. Sono una persona che pondera le sue scelte, ci penso non dieci ma cento volte. Ho accettato di venire qui perchè a 32 anni volevo rimettermi in gioco e capire se potevo ancora fare il titolare. Sono contento di come sono andate le cose, il mio bilancio in Sardegna è positivo.”

“Un episodio successo nel blindato spogliatoio dei campioni d’Italia?”

“Non ce ne sono di particolari, i festeggiamenti dopo le vittorie erano speciali.”

“Come sta vivendo questa settimana?”

“Nello stesso modo con cui ho preparato la sfida con l’Atalanta. Sarei bugiardo se dicessi che non ci penso, mi alleno con questo pensiero. Sarò felice di abbracciare compagni con i quali ho combattuto tante battaglie, vincendole.”

“Con chi ha conservato i rapporti migliori?”

“Con quelli della vecchia guardia. Intanto con Barzagli, col quale eravamo in camera insieme. Poi con Chiellini, Sturaro e Lichtsteiner.”

“Come si ferma la Juve?”

“Premesso che sono i più forti, noi giochiamo in casa e non partiamo battuti. La Juventus ha dei punti deboli, dovremo essere bravi a lavorare su quelli. Domani ci aspetta una mission impossible? Non ne esistono. Una squadra media come il Cagliari può mettere in difficoltà una big. Ci provreremo con il cuore e con l’aiuto dei tifosi”.

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy