Morata: “Sarei rimasto a vita a Madrid, ma non ho mai giocato una partita che conta”

Morata: “Sarei rimasto a vita a Madrid, ma non ho mai giocato una partita che conta”

L’attaccante spagnolo è tornato anche sull’esperienza con José Mourinho

di redazionejuvenews

TORINO – L’ex attaccante di Juve e Real Madrid Alvaro Morata è tornato sul suo passato da canterano al Real e sul suo addio della scorsa estate in un’intervista al programma televisivo spagnolo Fiebre Maldini: “Mourinho si è preso molto cura dei canterani, ci ha trattato con il bastone e la carota. È stato lui a farmi il primo contratto da professionista al Real. Un giorno, dopo un brutto allenamento mi ha chiamato e mi ha detto ‘tu hai la possibilità di non lavorare mai nella tua vita, ma ora devi scegliere quanto lontano vuoi andare, quindi allenati al massimo”

ADDIO A MADRID – “Al Real non chiedevo il posto da titolare, sapevo che nel mio ruolo c’erano giocatori di un altro pianeta. Però a Madrid non ho mai giocato una partita a eliminazione diretta di Champions, mai una partita in Liga importante con squadre come Barcellona, Atletico, Siviglia, Valencia. Mi sarebbe piaciuto giocare sempre con la maglia del Real Madrid, ma per queste circostanze non ho potuto e la vita va avanti. Il Madrid sarà sempre nel mio cuore, tiferò sempre il Real e guardo tutte le partite dei blancos”

TI POTREBBERO ANCHE INTERESSARE: 

JUVE-TOTTENHAM: LE PROBABILI FORMAZIONI

E’ HIGUAIN VS KANE

BENTANCUR O STURARO?

SEGUICI SU: Facebook / Twitter / Instagram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy