La Juve riparte da questa dirigenza: a breve le firme sui rinnovi

La Juve riparte da questa dirigenza: a breve le firme sui rinnovi

Da Marotta a Paratici, da Nedved fino ad Allegri, i bianconeri ripartiranno dalle certezze a livello dirigenziale che hanno guidato la società all’élite nel calcio italiano ed europeo

di redazionejuvenews

TORINO – Questa Juventus, sono loro: i dirigenti, l’unica costante nel trionfale ciclo di sette anni che ha visto alternarsi due allenatori in panchina e decine di giocatori nella rosa, ma non ha mai scalfito il gruppo formato da Andrea Agnelli e comandato da Beppe Marotta. Un gruppo affiatato e soprattutto solido, che ha reso la società un granitico punto di riferimento per la squadra. Perché la scelta dei giocatori e le relative operazioni di mercato rappresentano solo una parte del lavoro del gruppo dirigente e non è la sola cruciale per le vittorie a fine stagione. Puoi allestire la migliore rosa del mondo, ma se non la accompagni nel corso della stagione, è altissimo il rischio di vederla deragliare alle prime difficoltà o al primo problema di spogliatoio. La Juventus è diversa. L’allenatore, se ha la fiducia del management, ha sempre le spalle ben coperte dalla società (Allegri lo sa bene, dal caso Bonucci dello scorso anno alla gestione di Dybala e Higuain di quest’anno). I giocatori sanno di avere un blocco monolitico davanti a loro, per cui chi non accetta le regole della casa ha come unica alternativa quella di accomodarsi altrove. E nei momenti di sbando, c’è chi tiene la barra dritta e consente ai senatori dello spogliatoio di gestire le crisi (vedi l’inizio della seconda stagione di Allegri). Insomma, tra i segreto del successo della Juventus, la dirigenza e i suoi metodi hanno un peso notevole. Lo sanno anche altrove, visto che negli ultimi mesi, Beppe Marotta è stato corteggiatissimo per ricoprire ruoli in Federcalcio (prima e dopo il commissariamento), mentre il Paris Saint Germain, dove potrebbe approdare Antonio Conte, ha annusato la possibilità di prendersi anche Fabio Paratici, mago del mercato e grande conoscitore del settore talenti. I contratti sono stati discussi senza grossi problemi e in questo momento c’è accordo totale su qualsiasi punto

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

CALCIOMERCATO: TIFOSI JUVE SCIOCCATI

12 MARZO 1971 NASCEVA L’AVVOCATO

BERNARDESCHI E IL RICORDO DI ASTORI

SEGUICI SU: Facebook / Twitter / Instagram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy