Iaquinta, condannato il padre: “Una vergogna”

Iaquinta, condannato il padre: “Una vergogna”

19 anni al padre dell’ex attaccante

di redazionejuvenews

TORINO – Vincenzo Iaquinta è stato condannato a due anni di reclusione. Nell’ultima udienza di “Aemilia”, il più grande processo nel Nord Italia contro la ‘ndrangheta, l’ex attaccante di Juve e Udinese era stato accusato di reati relativi al possesso di armi. La stessa accusa aveva richiesto ben 6 anni di fermo: nella sentenza di primo grado è però caduta l’aggravante mafiosa.

È stato invece condannato a 19 anni di reclusione Giuseppe Iaquinta, padre dell’ex calciatore, accusato e processato per associazione mafiosa. Entrambi erano presenti all’udienza di quest’oggi . Arrivata la sentenza, mentre era ancora in corso la lettura del dispositivo, l’ira dei due si è tramutata in vere e proprie urla: “Ridicoli, è una vergogna”, il loro immediato commento.

Juvenews.eu

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy