Gasperini: “Juventus? Sto bene a Bergamo, abbiamo la struttura per pensare in grande”

Gasperini: “Juventus? Sto bene a Bergamo, abbiamo la struttura per pensare in grande”

“Penso che l’Atalanta abbia la struttura per crescere ancora”

di redazionejuvenews
Gian-Piero-Gasperini

TORINO – Gian Piero Gasperini, allenatore dell’Atalanta che domani incontrerà la Juventus nella gara valevole per la semifinale di andata di Coppa Italia, ha parlato a Radio Anch’io Sport: “Io in alla Juventus? Sono molto felice qui a Bergamo dove godo di una considerazione incredibile. Sono molto felice della mia situazione a Bergamo, ho dei ritorni meravigliosi, ho una considerazione incredibile per come vivo qui e non sono alla ricerca di situazioni diverse. Io a Bergamo sto veramente bene e la mia intenzione e’ di dare sempre qualcosina in piu’, l’Atalanta ha gia’ la struttura per pensare in grande.”

Impossibile non parlare di VAR, con il week end horribilis andato in scena sui campi di Serie A: “Ieri e’ stata una giornata sfortunata ma il Var e’ sempre quello, le immagini non sbagliano, poi ci sono le interpretazioni e in queste ultime settimane c’e’ stato qualche episodio che ha creato delle polemiche. C’e’ bisogno di recuperare delle certezze nell’interpretazione. Vorrei che gli arbitri parlassero o che i loro rappresentanti migliori spiegassero le cose. E’ una sperimentazione che ha molte cose positive ma ci sono state interpretazioni strane. Se Donadoni e Costacurta, che sono persone corrette, hanno dei dubbi, allora c’e’ qualcosa di non chiaro e cosi’ si rischia di perdere credibilità. Se anche rivedendo le immagini ci sono interpretazioni cosi’ diverse, significa che abbiamo fatto confusione”. Secondo Gasperini, insomma, si puo’ e si deve fare meglio: “il fuorigioco c’e’ o non c’e’ e su questo la tecnologia e’ imperfetta, sul fallo di mano c’e’ veramente confusione”.

Infine il Gasp da uno sguardo al futuro della Nazionale, con un occhio ai giovani italiani: “I giovani ci sono e sono forti. Non parlo di fuoriclasse, che sono pochi nel mondo. Però c’è una grandissima base, che a volte trascuriamo per andare a privilegiare giocatori all’estero, che non solo assolutamente meglio dei nostri. Vediamo partite con due giocatori italiani per squadra e finiamo per avere problemi con la competitività della nazionale, subendone le conseguenze. E’ un anno e mezzo che l’Atalanta viaggia a ritmi importanti. Quest’anno il campionato è molto equilibrato e la lotta per l’Europa League ancora più difficile. Sarà un mese con tante partite difficili, durante il quale incontreremo tre volte la Juventus e due il Borussia Dortmund. L’affrontiamo con grande entusiasmo per dare un significato sempre più importante a questa stagione. L’obiettivo deve essere crescere ancora. La società ha acquisito lo stadio e continua ad investire sul settore giovanile. Bisogna dare sempre qualcosa in più e man mano che si sale diventa più difficile. Penso che l’Atalanta abbia la struttura per crescere ancora.”

<a href=”https://www.instagram.com/juvenews.eu/”><img class=”alignnone” src=”https://i.imgur.com/gqOOY1i.png” alt=”” width=”615″ height=”119″ border=”0″ /></a>

Juvenews.eu

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy