ESCLUSIVA PAZIENZA: ” Juve attenta a Santander, contro le grandi ha sempre colpito. Scudetto a Napoli più sentito della Champions a Torino”

ESCLUSIVA PAZIENZA: ” Juve attenta a Santander, contro le grandi ha sempre colpito. Scudetto a Napoli più sentito della Champions a Torino”

L’ex centrocampista di Juve e Bologna, Michele Pazienza, ha rilasciato delle dichiarazioni in esclusiva alla nostra redazione

di redazionejuvenews
Michele Pazienza

di Fabio Marzano

TORINO – Domenica alle ore 15 allo stadio Dall’Ara di Bologna, gli emiliani ospiteranno la Juventus,

in quella che sarà un partita molto delicata, visto i pesanti punti che servono alla compagine rossoblù, ma soprattutto considerando il momento dal quale vengono i bianconeri. Ad analizzare quello che sarà il match tra i rossoblu e la Vecchia Signora è stato un grande doppio ex, Michele Pazienza, che ha cortesemente rilasciato delle dichiarazioni in esclusiva alla nostra redazione.

Che partita dovrà fare il Bologna per fermare la Juve?

” Sicuramente il pubblico potrà dare una mano ma i giocatori del Bologna dovranno fare la partita della vita. Sanno che affrontano una delle squadre più forti che c’è in circolazione. Queste squadre nel momento in cui affrontano un avversario così forte qualcosa di pericoloso devono provare a crearlo, altrimenti con il passare del tempo prendono il gol prima o poi. Devono tentare di costruire il gioco e cercare di sorprendere la difesa avversaria. Per portare a casa qualche punto, come ho già detto, dovranno fare la partita perfetta e ultimamente il Bologna sta dimostrando di avere grandi capacità. Con il cambio di allenatore sta avendo un andamento diverso e un approccio di gara diversi, poi la Juve viene dalla sconfitta di Madrid quindi sarà una gara molto delicata”. 

Chi possono essere gli uomini chiave secondo lei?

” Nella Juve ci sono tantissimi giocatori che la possono sbloccare in qualsiasi momento, da Mandzukic, Ronaldo a Dybala, insomma la scelta è vasta. Nel Bologna invece Santander è un giocatore che si sta rendendo pericoloso anche con le grandi e potrebbe essere una grossa minaccia per i bianconeri”. 

Il Napoli può ancora credere nello scudetto o il campionato è già chiuso?

” Il Napoli deve crederci perché ha le capacità e le possibilità per farlo, soprattutto il dovere. E’ una squadra ben costruita, con uno dei migliori allenatori in circolazione ed ha una rosa importante”. 

Cosa bisognerebbe migliorare nel nostro sistema calcio per rendere il campionato più entusiasmante nei prossimi anni? 

” Un p0′ quello che sta facendo la Juve negli ultimi anni. Loro ogni anno cercano di prendere e di ambire a quei giocatori importanti per migliorare la rosa. Lo hanno fatto lo scorso anno prendendo Cristiano Ronaldo, negli anni passati lo ha fatto con i vari Evra, Dani Alves. Sono giocatori che comunque hanno un importanza nel campionato Europeo e quindi hanno aumentato di anno in anno il loro livello”. 

Tra le squadre in cui hai militato, dove è più sentita la partita contro la Juve ?

” Una tra Napoli e Firenze, sicuramente. Per un fiorentino forse lo è di più, a Napoli magari in questi ultimi anni perché si contendono lo scudetto”. 

Pensi sia più sentita la Champions a Torino o lo scudetto a Napoli? 

” Lo scudetto al Napoli indubbiamente. Il Napoli se dovesse vincere lo scudetto è una cosa eclatante, specialmente per i tifosi, mentre per la Juve se dovesse vincere la Champions è comunque abituata a vincere negli anni. Il tifoso napoletano è da un pò che non vince qualcosa di importante come uno scudetto, lo aspetta da tanto e rispetto ai tifosi juventini sono meno abituati a vincere”. 

Hai fatto parte della Juve di Conte, che differenze ci sono con Allegri? 

” Sono entrambi molto diversi. Uno imposta il suo lavoro nel trasmettere la propria passione, il proprio carisma, il proprio carattere alla squadra e mi riferisco a Conte. Allegri è più pacato e sereno nel trasmettere quelle che sono le proprie idee”. 

Viste le ultime vicende sul caso Icardi, pensi che possa andare alla Juve nella prossima stagione? 

” Ha tutte le qualità, le capacità e le potenzialità per essere un giocatore da Juve, ma quella è una scelta che dovrà fare comunque la società”. 

Pensi che Zaniolo ha la stoffa per poter diventare un campione? 

” Sicuramente ha le capacità e le qualità  per poterlo diventare. Dipende solo da lui però, da come continuerà a crescere e a lavorare”. 

Si ringrazia cortesemente Michele Pazienza per la disponibilità, ma attenzione, perchè in casa Juve è appena arrivata una pazzesca ultim’ora di mercato: Agnelli ha deciso, la notizia è clamorosa! >>>VAI ALLA NOTIZIA

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy