ESCLUSIVA LARRIVEY: “A Cagliari è sempre stata dura per la Juve. Dybala e Icardi devono andare via. E su Higuain…”

ESCLUSIVA LARRIVEY: “A Cagliari è sempre stata dura per la Juve. Dybala e Icardi devono andare via. E su Higuain…”

L’ex attaccante del Cagliari ha cortesemente rilasciato delle dichiarazioni in esclusiva alla nostra redazione

di redazionejuvenews
Joaquin Larrivey

di Fabio Marzano

TORINO – Dopo aver battuto di misura l’Empoli per 1-0, i bianconeri si preparano per la gara di stasera contro il Cagliari. Juve che proverà a fare altri 3 punti in Sardegna e cantare di chiudere matematicamente il campionato quanto prima, per potersi concentrare interamente alla Champions League. Ad analizzare quello che sarà il match della Sardegna Arena, è stato un ex centroavanti del Cagliari, Joaquin Larrivey, che ha cortesemente rilasciato delle dichiarazioni in esclusiva alla nostra redazione.

Pensi che il Cagliari possa fare il risultato contro la Juve?

“Penso proprio di si. Il Cagliari può farcela perche sta facendo una grandissima stagione e quindi credo che siano in piena forma per poter fare il risultato. Credo che abbiano una grandissima squadra, una delle migliori rose degli ultimi tempi e quindi credo che sono in condizione anche di vincerla. Per fare questo dovranno concentrati al 100% perchè contro squadre come la Juve non si può concedere neanche un centimetro. Possono farcela ma devono fare di tutto e di più per vincere”. 

Credi che la Juve scenderà in campo pensando alla partita di Champions?

Credo che la Juve scenderà in campo cercando di chiudere subito la gara. A Cagliari storicamente è sempre stata dura per la Juve e credo che sarà dura per tutti, anche per i bianconeri. Magari sono con la mente nella partita di Champions e i rossoblu possono fare una grandissima partita per ottenere un risultato favorevole”. 

Volevo parlare di 2 suoi connazional, Icardi e Dybala. Pensi che debbano cambiare aria per esprimersi al meglio o continuare con i loro club?

Io guardo e leggo tutto quello che esce su di loro. Secondo me Dybala deve cambiare squadra, così come Icardi ma questo è un pensiero mio. Hanno qualità e hanno tutto per trionfare in altri club. Penso che a questo punto stanno un pò fermi entrambi e hanno le condizioni per fare la storia in qualsiasi club loro vogliano andare”. 

Nell’eventualità di uno scambio chi ci guadagnerebbe e chi ci perderebbe?

Beh, sono giocatori diversi. Non è che guadagna uno p ci perde l’altro, penso che loro hanno caratteristiche diverse. Dipende dalle società di che tipo di giocatori hanno bisogno ma secondo me non ci perde nessuno. Tutti e due hanno qualità grandissime e possono diventare tra i migliori al mondo in qualsiasi club”. 

Si parla di un probabile arrivo di Higuain alla Roma, saresti favorevole o sconsiglieresti il ritorno in Italia del Pipita?

Ci mancherebbe, io non posso consigliare un campione come Higuain. Lui ha fatto grandissime cose ed è un bomber incredibile, uno dei migliori al mondo. Anche lui penso che può fare la storia nella Roma, ha tutto per farlo e mi piacerebbe vederlo con la maglia giallorossa perchè è una squadra grande che da molto tempo non vince qualcosa. Siccome io stimo Higuain come argentino, perchè sono molto amico del fratello, gli auguro veramente che possa tornare in Italia e alla Roma, per fare grandi cose e tanti gol, soprattutto”. 

Il tuo ricordo più bello contro la Juve?

E’ stata senza dubbio la mia prima gara in Italia che ho giocato. Zebinà mi fece fallo da rigore e credo anche di aver fatto una grande partita. E’ stato il mio esordio in Italia, quindi la Juve per me resterà sempre il più bel ricordo. Anche se non vincemmo la porterò sempre dentro perchè quando giochi contro grandi club come la Juve non si dimentica facilmente.Per me la Juve resterà sempre nel mio pensiero”. 

Ringraziamo gentilmente Joaquin Larrivey per la sua disponibilità. Intanto dalle parti della Continassa si pensa al prossimo colpo di mercato.>>> CONTINUA A LEGGERE

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy