Douglas Costa: “Triplete? Con questa maglia bisogna provare a vincere tutto. Guardiola è unico, ma Allegri…”

Douglas Costa: “Triplete? Con questa maglia bisogna provare a vincere tutto. Guardiola è unico, ma Allegri…”

Il brasiliano ha parlato anche del suo periodo d’ambientamento in bianconero

di redazionejuvenews

TORINO – Dopo qualche mese di ambientamento l’esterno brasiliano Douglas Costa è diventato uno dei protagonisti della Juve e lunedì ha deciso la sfida dell’Allianz Stadium contro il Genoa. In un’intervista rilasciata al Corriere dello Sport l’ex Bayern Monaco ha parlato del suo stato di forma e del suo ambientamento in bianconero: “Sto crescendo e sono convinto che posso fare ancora molto. Sono arrivato qui per fare la differenza ed essere decisivo. Voglio riuscirci. Il 2018 è lungo e possono succedere tante cose. Ho la fortuna di giocare in una squadra importante con giocatori eccellenti. Devo lavorare tanto perché in questi 6 mesi ci sono diverse partite: la Champions, il campionato, la Coppa Italia e… il Mondiale. Il nostro allenatore lavora bene e ha un modo giusto di far crescere e inserire i nuovi. Per me come per altri è stato importante stare in panchina: da lì ho imparato quello che dovevo fare, ma la stessa cosa in passato è successa ad Alex Sandro, Pjanic e Dybala. Adesso che ho appreso il calcio di Allegri è tutto più semplice».

LA CESSIONE ALLA JUVE – «Io sono un giocatore e non mi preoccupo delle valutazioni di mercato. Se il Bayern mi voleva vendere a quella cifra e la Juventus mi ha comprato, va bene così. Io devo dimostrare in campo il mio valore. Se uno segna e la squadra vince, i milioni pagati contano poco. Da quando sono arrivato tutti si aspettano gol da me, ma se li aspettano anche dagli altri attaccanti: Cuadrado, Higuain, Bernardeschi, Mandzukic… Dybala ha avuto degli infortuni pure lo scorso anno e la squadra ha sempre segnato. Qui alla Juventus ci sono calciatori forti. Paulo ha tutto per arrivare al top: sa segnare, tecnicamente è fantastico e di calciatori incredibili come lui non ce ne sono molti. Sta crescendo molto e sarà uno dei migliori al mondo». ALLEGRI E GUARDIOLA – «Guardiola è un allenatore unico nel suo genere, a mio parere il numero uno a livello mondiale. Paragonare un qualsiasi tecnico a Pep è difficile, ma Allegri è un allenatore importante che ha disputato 2 delle ultime 3 finali di Champions. Ama la difesa molto solida e il suo calcio non è fatto di… tiki taka, ma di concretezza. Sia lui che Guardiola hanno vinto tanto e, anche se quello di Pep è un gioco più spettacolare, alla fine contano i grandi risultati che entrambi hanno ottenuto in carriera».

CHAMPIONS O SCUDETTO? – «La Champions è difficile perché vi partecipano le migliori squadre al mondo. Confesso che mi piacerebbe parecchio portare alla vittoria la Juventus, ma chi indossa questa maglia deve tentare di vincere ogni competizione a cui partecipa. Triplete? Non saprei… Ci sono tanti fattori e la nostra è una formazione con diversi giocatori nuovi. Io però ho fiducia perché siamo forti e sono convinto che possiamo raggiungere ogni traguardo».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy