Damascelli: “La curva della Juventus dovrebbe togliersi il nome di Scirea”

Damascelli: “La curva della Juventus dovrebbe togliersi il nome di Scirea”

Le parole del giornalista in merito alla protesta della curva sud della Juventus

di redazionejuvenews

TORINO- Sulle colonne de Il Giornale, il giornalista Tony Damascelli ha voluto dire la sua in merito alla protesta della curva sud della Juventus verso Agnelli e la società bianconera.

“I messaggi cordiali scritti sui muri, davanti all’Allianz, dai soliti idioti curvaioli, ribadiscono che a Torino si è superato il limite dell’intelligenza, oltre che del codice. L’accusa e l’alibi di comodo riguarderebbero il costo dei biglietti di ingresso allo stadio, ritenuti troppo cari dagli inquilini della curva Scirea (sarebbe opportuno cambiare il cognome del settore dedicato al campione del mondo, chessò un “Curva Bastardi Dentro” andrebbe bene?). In verità il manipolo di codardi è furibondo perché non può più disporre della dotazione di tagliandi gratuiti e affini che avevano gonfiato le loro tasche e creato guai al club. Una soluzione ci sarebbe: restituire ai curvaioli le reggenze di Jean Claude Blanc, Giovanni Cobolli Gigli e Luca Cordero di Montezemolo, passati alla storia per le leggendarie gestioni, tecniche e finanziarie, della Juventus. Le miserabili scritte scomparirebbero dai muri e la curva tornerebbe ad essere il dodicesimo uomo. Un uomo vigliacco”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy