Conte, Mourinho, Guardiola e… quando gli allenatori litigano tra di loro

Conte, Mourinho, Guardiola e… quando gli allenatori litigano tra di loro

Ecco i casi più eclatanti di diverbi tra allenatori

1

di Cristiano Passa

Durante le partite, la tensione sale alle stelle, sia sulle tribune che sul campo. I giocatori e i tifosi molte volte perdono le staffe, dando vita a proteste e litigi che le telecamere prontamente riprendono. Oltre a loro però, alle volte sono gli allenatori sulle panchine a perdere la pazienza, dando luogo a furibonde discussioni tra di loro.

Antonio Conte-José Mourinho

L’ultima, in ordine di tempo, è la discussione, tutt’ora in corso, tra Conte e Mourinho. Qualche giorno fa José Mourinho, rispondendo a una domanda della stampa sui suoi atteggiamenti più compassati in panchina, aveva detto di non essere più un allenatore “che fa il pagliaccio a bordocampo”. Chiaro il riferimento al temperamento di Antonio Conte, la cui risposta non si è fatta attendere. “Forse a volte qualcuno dimentica quello che era in passato, i suoi comportamenti. A volte c’è come… non so il nome, `demenza senile’, quando ci si dimentica di quello che si è fatto in passato. C’è una persona che continua a guardare qui. Se ne è andato, ma continua a guardare qui”. Fine delle polemiche? Neanche per sogno, con Mourinho che venerdì ha risposto al tecnico salentino: “Io non me la prendo con Conte, le mie parole gli sono state riportate male e la domanda non gli è stata fatta nel modo giusto. Ecco perché la sua reazione è stata esagerata e fuori controllo. Io parlavo di “atteggiamenti da clown” riferendomi a me stesso, non serve che lui mi ricordi che ho commesso degli errori e che ne commetterò altri. Però posso dire che io non sarò mai squalificato per calcioscommesse”. Piccata la controrisposta dell’allenatore dei Blues, che ha parlato dopo la partita con il Norwich: ““Penso che quando ci sono commenti di questo tipo, commenti con i quali vuoi offendere qualcuno senza conoscere la verità, significa che sei un piccolo uomo. Forse è stato un piccolo uomo in passato, un piccolo uomo nel presente, e forse lo sarà, un piccolo uomo, anche in futuro.” A chi spetterà l’ultima parola? VAI AL PROSSIMO>>>Conte-e-Mourinho-Foto-The-Sun

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy