Buffon: “Voglio i tifosi sempre vicini. Futuro? Sintonizzati con la società”

Buffon: “Voglio i tifosi sempre vicini. Futuro? Sintonizzati con la società”

Il capitano bianconero dopo la vittoria sul Milan

di redazionejuvenews

TORINO – Gianluigi Buffon ha parlato ai microfoni di Premium Sport dopo la vittoria contro il Milan: “Siamo stati bravi, cinici. Parliamo di una squadra che viene da annate di vittoria. Ha sempre la forza e l’umiltà di venire a capo delle partite e vincerle. La buona sorte ci aiuta, ma ce la andiamo anche a cercare. Siamo una società con un gruppo ed uno staff tecnico dai grandi valori. Il Milan è una delle squadre che sta meglio in questo periodo: da quando è arrivato Gattuso ha trovato compattezza. Gli faccio i complimenti perchè ho visto una squadra trasformata per condizione e solidità”.

Sui tifosi e sul Real: “Per martedì vorrei esortare la gente a starci vicino. Voglio sentire il calore dello juventino vero. Dopo tante vittorie magari alla prima difficoltà si mugugna o si fischia. Ma una squadra come questa, dopo tutto quello che ha dato, va fischiata solo dopo 80 minuti veramente triviali. Penso a Khedira, ma vale per tutti: abbiamo bisogno di sostegno incondizionato”.

Su Khedira: “Uno come Sami a prescindere da come sta giocando non va mai fischiato. E’ un giocatore di una professionalità incredibile che ha dato tantissimo. Indossa la maglia che tutti noi amiamo e la Juve ha vinto anche grazie a lui. Non è che perchè al ventesimo del primo tempo siamo in difficoltà si deve prendere le distanze da noi. Bisogna stare insieme”.

Su Bonucci: “Per Leo penso che i fischi fossero inevitabili. Penso che se lo aspettasse anche lui. Credo che queste manifestazioni di dissenso facciano parte di un canone di civiltà che va accettato. Probabilmente Bonucci voleva entrare di nuovo in una foto con tutti noi quattro insieme. Leo non aveva bisogno di dimostrare nulla, penso che i fischi non lo abbiano condizionato, bensì caricato”.

Sul ruolo nello spogliatoio e sul futuro: “Il mio ruolo è il ruolo che abbiamo un po’ tutti noi che viviamo la Juve da anni o che abbiamo maggiore esperienza. Penso che il nostro sia quello di capire i momenti delle stagioni. Dobbiamo dare fiducia a tutti e farli rendere al meglio. Nello spogliatoio io porto la fascia, però credo che ci siano tanti capitani. Una squadra può vincere per tanti anni solo così. Per quanto riguarda il mio futuro siamo sintonizzati con il presidente su un’idea che esporremo quando non ci saranno più impegni importanti”.

 

di Marco Tarantino

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy