Boniek: “Juve appagata, Mirante decisivo”

Boniek: “Juve appagata, Mirante decisivo”

L’ex giocatore ha parlato

di redazionejuvenews
Zibi Boniek

TORINO – L’ex giocatore ZIbi Boniek ha parlato intervistato dai microfoni di Radio Anch’io Lo Sport. 

Uno Juventino vero fa colazione con caffè e Gazzetta! Risparmia il 50% sull’edizione digitale! Segui la Juventus ogni giorno con l’edizione digitale della Gazzetta dello Sport a 9,99 al mese anziché 19,99.

“Da tifoso dico che la Roma ha vinto giocando bene, da esterno dico che la Juve è già appagata e non spinge troppo sull’acceleratore. I bianconeri hanno giocato anche meglio e Mirante è stato decisivo. La squadra di Ranieri è ancora in corsa per la Champions League anche se non sarà facile arrivarci”.

Cosa pensa del futuro di Allegri?
“Non so se si è chiuso il suo ciclo alla Juventus. I campionati non li vincono gli allenatori ma le società: Allegri è molto serio, potrebbe comunque arrivare il sacrificio del tecnico anche se non essendo dentro il club non posso analizzare il caso”.

Cosa ne pensa della nuova maglia della Juventus?
“Mi sembra di vedere l’Ascoli di Rozzi. Non mi piace. Somiglia a quella di una condrada del Palio di Siena. Da ex juventino dico che la migliore è sempre quella tradizionale”.

Finali europee tra squadre inglesi. Quando toccherà nuovamente al calcio italiano?
“Non si possono trarre conclusioni dalle qualificazioni di Liverpool e Tottenham, hanno avuto due serate impensabili. In italia si deve tornare a puntare sui giovani italiani, sono sempre stati tra i migliori al mondo ma adesso si punta soprattutto sugli stranieri”.

Le novità nel calcio?
“Si punta ad avere un prodotto sempre migliore, per vendere il prodotto calcio al massimo. Avremo un’altra riunione dopo le due già fatte per provare a fissare il cambiamento al 2024. Servono più introiti per i club e le modifiche servono. La Champions League deve essere ottenuta solo e soltanto attraverso il campionato, sono troppo importanti secondo il mio punto di vista. Ci sono ancora alcune cose da migliorare ma le basi sono state gettate. Nella massima competizione europea ci saranno tantissime partite e anche questa cosa deve essere valutata”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy