Bisogna avere Fede, quello giusto. Bernardeschi zittisce la sua Firenze

Bisogna avere Fede, quello giusto. Bernardeschi zittisce la sua Firenze

Il grande ex decide il big match del Franchi e regala tre punti fondamentali a una Juve meno brillante delle ultime uscite

di redazionejuvenews
Federico-Bernardeschi-Fiorentina-Juventus

TORINO – Non è la Juve delle ultime settimane, forse per questo i tre punti valgono ancora di più. A Firenze la squadra di Allegri gioca male e soffre, si affida alla straordinaria fase difensiva e a un pizzico di fortuna, prima di ringraziare il suo Federico. Nel duello dei baby talenti di scuola Viola, ha vinto il traditore Bernardeschi. E ha portato a Torino tre punti di platino nella corsa scudetto. In attesa della risposta di domani del Napoli contro la Lazio al San Paolo.

VARDETTO VIOLA – Il primo tempo è tutto a tinte Viola, con la Fiorentina che domina di fatto dopo i primi quindici minuti di grande equilibrio. La Juve è troppo supponente, cerca giocate che poco hanno a che fare con l’intensità e la voglia di lottare della squadra di Stefano Pioli. La Fiorentina avrebbe anche la grande occasione per passare in vantaggio, ma il VAR annulla il rigore per fallo (?) di mano di Chiellini. Fuorigioco durante l’azione, discusso perché Alex Sandro tocca la palla cadendo e farebbe (ma che regole sono?) una giocata che rimette in gioco l’attaccante Viola. Fatto sta, la Juve non si sveglia e presta il fianco ai toscani che sfiorano il gol con una grande ripartenza chiusa perfettamente, o quasi, da Gil Dias. Il palo salva la Juve, ma non la squadra che nell’intervallo viene fortemente ripresa da un Allegri evidentemente deluso dopo i primi 45 minuti.

BISOGNA AVERE FEDE, QUELLA GIUSTA – Il duello di fede, dei Fede. Era la sfida nella sfida, il duello tra i due talenti di Juventus e Fiorentina a tinte azzurre. Bene Chiesa su entrambe le fasi, così come tutta la squadra di Stefano Pioli. Ma a vincere il duello, e la partita, è Federico Bernardeschi. Fuori dalla partita e a testa bassa nel primo tempo, decisivo nella ripresa dove decide di portare i tre punti a Torino, regalandoli a chi ha puntato su di lui. Prima si procura la punizione, poi la realizza complice anche un errore di posizionamento di Sportiello e annichilisce il Franchi, spento dalla delusione. La partita la finisce Higuain, che soffre terribilmente per tutta la partita ma timbra ancora una volta in campionato con il destro e sentenzia la Fiorentina.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: 

MAROTTA SU MARCHISIO: “PUÒ RESTARE? SÌ, ALMENO CREDO…”

IL GUFO: LE PREVISIONI PER NAPOLI-LAZIO

KHEDIRA: “KANE L’ATTACCANTE PIÙ COMPLETO AL MONDO”

SEGUICI SU: Facebook / Twitter / Instagram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy