Bernardeschi: l’uomo delle svolte

Bernardeschi: l’uomo delle svolte

4 gol e 3 assist in 634 minuti giocati

di redazionejuvenews

TORINO – Ora pennello nelle ispirate mani del pittore Max Allegri, quando è il momento di illuminare la scena con una prodezza balistica come quella disegnata contro la Spal. Ora invece grimaldello stretto nella decisa presa del tecnico bianconero in versione fabbro, quando al contrario subentra l’ora di passare alle maniere forti per sgretolare le barricate avversarie. Come capitato non più di due sere fa a Verona con il tocco decisivo in favore dell’accorrente Khedira, di fronte al cemento armato con cui Maran aveva fin da principio blindato il suo Chievo. Nell’una, nell’altra o ancora in nuove versioni, il multiuso Federico Bernardeschi si sta rivelando strumento di straordinaria importanza nel pur abbondante arsenale bianconero di questa stagione. Il minutaggio di cui ad oggi ha potuto disporre non è certo stato abbondante, in piena ottemperanza al ferreo credo allegriano che prevede un inserimento a dir poco graduale dei nuovi ingranaggi nel già collaudato meccanismo di squadra, ma Federico da Carrara non si è fatto pregare per sfruttarlo subito a dovere. E i numeri collezionati finora dall’ex Viola sono lì a testimoniarlo. Che si parli di campionato o di Champions League, che si racconti di una sua partita dal fischio d’inizio o di un ingresso a gara in corso. Come al suo esordio in Serie A con la casacca bianconera: meno di un quarto d’ora nel 3-0 casalingo al Chievo più che sufficiente comunque a confezionare il primo assist in favore di Dybala. O come nelle sporadiche apparizioni da titolare: finora quattro in campionato, corredate in tre occasioni da una sua marcatura. Arrivata anche sul prestigioso palcoscenico europeo: ad Atene, per chiudere il vittorioso discorso con l’Olympiacos, gli sono bastati sei minuti soltanto. Tutti tasselli di un puzzle che, a metà stagione, raffigura un pesante bottino costituito da quattro reti e tre assist in appena 634′ in campo tra campionato e Champions. Ovvero il corrispettivo di poco più di cinque partite. Allegri è consapevole di potersi affidare al multiuso Federico. In un modo o nell’altro, sempre efficace.

Juvenews.eu

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy