Allegri e le speculazioni su un futuro lontano da Torino

Allegri e le speculazioni su un futuro lontano da Torino

In Inghilterra tutti pazzi per Max

Massimiliano-Allegri

TORINO – Antonio Conte e il Chelsea potrebbero separarsi a fine stagione, in Inghilterra il nome di Massimiliano Allegri è sempre piaciuto e via così. Mancherebbe un “piccolo” particolare: il tecnico tricampione d’Italia e la Juventus non sono in rotta, anzi pianificano un futuro in piena condivisione di oneri e onori. Mai come ora si può dire che non esiste un allenatore più adatto ai bianconeri e per Max non c’è un ambiente migliore in circolazione. Però i tabloid sono già impazziti… Tanto più che ieri l’ex ct della Nazionale, a precisa domanda su Allegri o Luis Enrique candidati al suo posto, ha commentato che «tutto è possibile, nel calcio tutto può cambiare nel giro di poco tempo». Fastidio evidente nelle parole di Conte sul quale da settimane s’è abbattuta la mannaia dei media, mentre la stagione dei campioni d’Inghilterra sta prendendo una piega non piacevole. Ma per far sì che tutti i pezzi s’incastrino nel puzzle si rischia di trascurare una componente fondamentale: Allegri non lascerà la Juve, a meno che la riconquista della Champions non gli faccia pensare di aver bisogno di nuove motivazioni. Allenare all’estero, comunque, è una prospettiva che a Max piace parecchio. Il suo nome è gradito al Chelsea, al Real Madrid e al Paris Saint-Germain dove si prospetta un duello tra Conte e Mourinho con l’ex tecnico bianconero in pole (a Parigi, per la prima volta, acquisirebbe la piena consapevolezza di lavorare con i giocatori da lui desiderati) a meno che non si lasci tentare da un ritorno in Nazionale. E per quanto qualsiasi contratto possa essere risolto, il rinnovo fino al 2020 siglato dopo Cardiff “protegge” Allegri dalle speculazioni relative a un futuro lontano da Torino. E’ vero, il Chelsea ha pensato a Max anche prima di virare su Conte e lo stile allegriano ha fatto proseliti a Stamford Bridge. Altri sondaggi toccheranno ancora il livornese che un anno fa rispose: «Sto studiando l’inglese, ma non per andare all’Arsenal. E’ buffo, a Londra sono stato in vacanza con mia figlia e il giorno in cui sono arrivato in Inghilterra è uscita una mia foto. Se la Juve ha intenzione di cambiare allenatore, basta che me lo dica. Io alla Juve sto benissimo». La favola è destinata a proseguire.

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy