Allegri e Berna al test Viola tra passato e futuro

Allegri e Berna al test Viola tra passato e futuro

Il numero 33 bianconero torna dove tutto iniziò, mentre il tecnico raggiunge le 200 panchine con la Juve e punta a numeri da record

di redazionejuvenews
Massimiliano-Allegri-Juventus-Sassuolo

TORINO – Sereno. Anzi, scanzonato. Lo ha detto Massimiliano Allegri in riferimento a Federico Bernardeschi nella vigilia di Fiorentina-Juventus, non una partita qualunque per il numero 33. Non sarà un match qualsiasi anche per lo stesso Allegri però, pronto alla panchina numero 200 con la Juve sempre con il suo atteggiamento. Scanzonato. Di chi se la gode, ricordando sempre le sue responsabilità. La Juventus oggi torna lì dove poco più di dodici mesi fa partì la rivoluzione “Allegriana”, la sconfitta del Franchi e il successivo passaggio al 4-2-3-1 prima e il 3-4-2-1 poi che hanno spinto i bianconeri fino a Cardiff. I numeri di Allegri impressionano, 141 vittorie in 199 panchine rappresentano la fantascienza, un qualcosa di clamoroso che può essere ulteriormente migliorato. La spinta al record di sette scudetti consecutivi e questa lunga volata da fare col Napoli di Sarri sono uno stimolo in più per la Juve e per Allegri, pronto come sempre a gestire i suoi uomini anche in vista Champions. Gestione del rientro per Douglas Costa, probabile turnover per i terzini e il rientro di Claudio Marchisio, pronto questa sera a sostituire Matuidi e a candidarsi, magari, anche per una maglia da titolare martedì contro il Tottenham.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: 

BERNARDESCHI TORNA A FIRENZE: LA VIGILIA SOCIAL

SIAMO TUTTI ALLEGRI: TESTA ALLA VIOLA O AGLI SPURS?

DELEGAZIONE JUVE A LIVERPOOL: EMRE CAN A UN PASSO

IL DUELLO: BERNARDESCHI-CHIESA

SEGUICI SU: Facebook / Twitter / Instagram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy