Allegri: “Dybala dimostri, difficile domani giochi. Pjanic si, Pjaca convocato. Si Indirizzi la VAR”

Allegri: “Dybala dimostri, difficile domani giochi. Pjanic si, Pjaca convocato. Si Indirizzi la VAR”

Il tecnico bianconero ha parlato dal Media Center di Vinovo presentando la sfida al Bologna in programma domani alle 15:00 allo stadio Dall’Ara

Massimiliano-Allegri

TORINO – Massimiliano Allegri ha parlato dal Media Center di Vinovo presentando il match contro il Bologna in programma domani pomeriggio al Dall’Ara.

SETTIMANA DI LAVORO – “Hanno lavorato tutti bene, anche la settimana prossima avremo piu tempo, anche se ci sta la Coppa Italia. Sono contento del lavoro della squadra, ma per essere piu contenti dobbiamo vincere domani a Bologna.”

DYBALA – “I consigli di Nedved a Dybala devono essere accettati soprattutto per l’esperienza del nostro vicepresidente. Paulo è un ragazzo straordinario ma a 23 anni ed ha sempre il margine di crescita. non è nella miglior condizione fisica in questo momento, ma sono momenti che capitano a tutti e vanno affrontati con molta serenità. Non è un fatto di Dybala, lo è stato per Mandukic, Higuain e Alex Sandro. Bisogna solo venire qui a Vinovo ed allenarsi per fare bene e dimostrare quello che si sa fare. Per fortuna siamo una grande squadra e abbiamo giocatori che possono coprire se qualcuno sta attraversando un momento no. Negli anni alla Juve con me sono stati fuori Pirlo, Vidal, Pogba, ci sta un momento per recuperare. Difficile domani giochi, dipende da quanti centrocampisti userò. Bisogna mettersi in discussione tutti i giorni, non basta quello che si è fatto nel passato.”

INFORTUNATI – “Pjanic potrebbe partire titolare, si è allenato tutta la settimana con la squadra. Cuadrado rientra con la Roma, Chiellini in settimana, Buffon va valutato perché ha un problema al polpaccio che non si è ancora risolto. Non è niente di grave ma gli da fastidio. Pjaca convocato. Lichtsteiner lunedì rientra in squadra.”

DYBALA – “I suoi problemi? Paulo ha abituato tutti troppo bene, ora ha una flessione. Non entro nella vita provata, io valuto in base a quello che vedo in allenamento, scegliendo nel rispetto di tutti i giocatori che ho. Un giocatore che non rende come deve non gioca, quando riprenderà la condizione scenderà in campo.”

ALEX SANDRO – “Alex sta meglio fisicamente e mentalmente, la testa è quella che fa la diferenza. Domani gioca e sono convinto che farà una grande prestazione. ha fatto due grandi annate alla Juventus e quest’anno ha avuto alti e bassi ma si sta ritrovando.”

DOUGLAS COSTA O BERNARDESCHI – “Sono molto contento di Federico, che può giocare anche al posto di Dybala come ha fatto a Genova. Non so chi dei due far giocare, come se non so se gioca Marchisio perché non ho ancora scelto tra centrocampo a 2 e a 3.”

DYBALA – “Cosa gli ho detto? Che deve dimenticarsi di quello che non è andato, lavorare e riprendere a fare le cose per bene senza arrovellarsi. Non deve pensare ma fare. Meno pensa più fa. A Napoli ha fatto l’assist a Higuain. La Juventus ha bisogno di Paulo e delle sue giocate. Ci aveva abituato tutti talmente bene che ora che le cose non vanno tutti sono spaventati da questa condizione. Non è il primo e non sarà l’ultimo nella storia del calcio ad attraversare momenti così.”

PJACA – “Marko ha rilanciato la Primavera, ha ritrovato la condizione ed è in gruppo.”

BOLOGNA  – “Gonzalo sta così perché ha lavorato su se stesso, I nuovi? Sono soddisfatto, lavoriamo per arrivare a marzo nelle migliori condizioni. Domani dobbiamo prendere tre punti, e poi storicamente la Juventus a Bologna ha sempre fatto fatica, sono sempre state partite in cui abbiamo combattuto e lottato. Sarà una partita difficile, loro sono ben organizzati, corrono, hanno buona tecnica, non hanno pressioni per la salvezza. Dobbiamo fare una gara tecnica, agonistica e tattica. Sennò buttiamo a mare quanto fatto con Inter e Napoli.”

INTER E NAPOLI – “Giocano oggi? Speriamo non facciano risultato, noi dobbiamo fare 3 punti comunque domani. Poi non è che il campionato si decide domani.”

VAR – “Ad inizio anno dissi che la VAR aiuta ma bisogna decidere quando usarla. Ora si critica il VAR invece dell’arbitro. A dicembre siamo arrivati al dunque e si lamentano tutti. Basta solo dargli un indirizzo, è uno strumento in fase di sperimentazione su un campionato importante. A Marzo sarà più difficile, speriamo che la useranno in maniera migliore a quel punto.  Bisogna comunque stare sereni e lasciare decidere gli arbitri, accettando le sue decisioni anche quando guarda la televisione. Abbiamo preso questa strada e dobbiamo cercare di migliorarla.

DIFESA – “O gioca Rugani o gioca Barzagli. Non è questione della difesa se non prendiamo gol, ma di tutta la squadra che ha dato la sua disponibilità.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy