Allegri: “Ho un grande gruppo, Dybala gioca. Pjaca in prestito”

Allegri: “Ho un grande gruppo, Dybala gioca. Pjaca in prestito”

Il tecnico bianconero ha parlato dal Media Center di Vinovo per presentare la sfida col il Torino di domani sera

di redazionejuvenews
Massimiliano-Allegri

TORINO – Massimiliano Allegri ha parlato dal Media Center di Vinovo per presentare la sfida che vedrà la sua Juventus affrontare il Torino nel match valevole per i quarti di finale di Coppa Italia. Nella cornice di un Allianz Stadium che si preannuncia tutto esaurito, il derby  sancirà quale delle due squadre approderà alle semifinali della competizione, dove incontrerà la vincente tra Napoli e Atalanta.

TORINO –  “Non sottovaluteremo la partita perché è un derby. Vogliamo vincere la competizione e faremo del nostro meglio. CI saranno dei cambiamenti ma non cosi grandi. Oggi ho l ultimo allenamento e domani deciderò”

INFORTUNATI – “Buffon, Cuadrado e De Sciglio sono out ma sulla via del rientro”

DYBALA – “Dybala domani gioca ma non so se farà il centravanti o giocherà con Mandzukic e Higuain”

VAR – “Credo piano piano stia migliorando il suo utilizzo. All’inizio c erano difficoltà, ora stanno lavorando al meglio per migliorare e valutare le cose al meglio. Piano piano ci si arriva. La VAR serve con gli episodi oggettivi, per quelli soggettivi non ci si può fare niente. Serve ad aiutare l’arbitro, è un grande strumento.”

CENTROCAMPO – “Marchisio gioca. Non possiamo giocare però come a Verona. Non dobbiamo sbagliare, da qui al derby di campionato. Dobbiamo vincere e cercare di rimanere in scia al Napoli e superarlo. Dall’ottava giornata in poi devi stare li attaccato per fare lo sprint finale, perché mancheranno 11 partite e il campionato si deciderà li”

BUFFON – “Gigi ha detto che vengo sottovalutato? Che non ricevo complimenti da fuori? Io mi diverto e faccio parlare il campo, quando mi stancherò e non mi divertirò piu di allenare smetterò. Non sta a me dirlo se sono bravo o no. In 10 anni di serie A ho allenato grandi campioni, che ho trovato sempre a disposizione mia e delle mie idee. Non sono quello che dice che con gli schemi vinci le partite, perché non sta né in cielo né in terra. Ringrazio Gigi e i grandi campioni che alleno.”

PJANIC – “Miralem è un po’ discontinuo questo periodo, vedremo se giocherà perché col centrocampo a 3 devono essere tutti in palla. Devo decidere anche tra Sturaro e Lichtsteiner.”

ITALIANI – “L’importante è che la squadra capisca gli obiettivi, a Verona c’era un italiano in campo solo ma ne abbiamo 9 in rosa, è sempre questione di momenti. Dobbiamo qualificarci e vincere a Cagliari per non buttare tutto quello che abbiamo fatto”

COMPLIEMNTI – “Chiellini mi fa i complimenti? Lo ringrazio ma devo ringraziare la rosa che ho a disposizione. Al mio quarto anno, tolto il primo anno in cui la squadra è rimasta praticamente la stessa dell’anno prima tranne per Morata e Evra, abbiamo cambiato tutto, sono pochi i giocatori del primo triennio. I ragazzi mi fanno un sacco di complimenti perché gli ho dato 8 giorni di riposo (ride). Ora devono centrare la qualificazione e vincere a Cagliari così andiamo felici in vacanza.”

CALENDARIO – “Non è mai stato un problema e mai lo sarà. Ci dicono quando giocare e noi ci andiamo. Non ci attacchiamo a queste cose. A Verona, nonostante fosse sera, il campo era perfetto, e faccio i complimenti al Chievo e al Verona. Lamentarsi serve a poco, giocare ogni 3 giorni vuol dire che alleno una grane squadra e che siamo in tutte le competizioni.”

SZCZESNY – “Ogni tanto giochiamo troppo palla con lui, il portiere va usato solo per necessità. Poi sia Szczesny che Buffon hanno i piedi per giocare.”

COPPA ITALIA – “La squadra ne ha vinte 3, ma domani dobbiamo fare una grande partita. Fisicamente stiamo tutti migliorando, sono gli ultimi 5 giorni di sacrificio e poi stacchiamo la spina.”

MERCATO – “Andiamo in vacanza e torniamo il 21 con 10 giorni solo di mercato. Pjaca è un giocatore straordinario che deve giocare con continuità per averlo il prossimo anno nelle migliori condizioni, quindi andrà in prestito. Poi stiamo bene così.”

DOPO BUFFON – “Donnarumma? L’erede di Buffon è Szczesny. Io sono molto contento. Tra i due c’è un rapporto ottimo, tra professionisti e uomini. Donnarumma è un  ragazzo giovane che deve crescere e farà il suo percorso.”

EMRE CAN – “Alla società ho detto che siamo bene così, perché più giocatori ho più casino in testa ho. Ho 21 giocatori, la rosa è altamente competitiva con grandi qualità. L’importante è non staccare la spina.”

ATTACCO – “Uno tra Mandzukic e Higuain riposa. 442? Dipende da chi gioca a destra, se in difesa giochiamo a 3 o 4. Sono confuso anche io come voi (ride).”

ESTERNO – “O gioca Douglas o Bernardeschi. Sono molto contento di Federico per come sta crescendo e per la testa che sta acquisendo. Sarà un giocatore importantissimo per il futuro della Juve. Forse gioca Rugani.”

Juvenews.eu

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy