Allegri: “Non possiamo lasciare punti per strada, Berna e Khedira out”

Allegri: “Non possiamo lasciare punti per strada, Berna e Khedira out”

Il tecnico della Juventus ha parlato alla viglia del match contro il Cagliari

di redazionejuvenews

TORINO – L’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri ha parlato dalla sala stampa dell’Allianz Stadium per presentare la partita in programma domani alle 20:30 tra la sua Juventus e il Cagliari.

CAGLIARI – “Domani dobbiamo vincere la partita. Anche ad Empoli dove abbiamo avuto difficoltà oggettive, per questo dico che vincere le partite non è semplice, siamo riusciti a fare risultato positivo alla fine. Dobbiamo avere grande rispetto e dobbiamo portare a casa il risultato perché Inter e Napoli sono dietro, il campionato è lungo e ci sono tanti punti e noi non possiamo sbagliare. In campionato ci vuole molta più attenzione che in Champions, dove ci sono meno partite ma di grande livello. Con i cali di tensione possiamo mettere a repentaglio il nostro cammino e non possiamo. Il Cagliari in Italia è quella che corre più di tutti, sono forti tecnicamente e sulle palle alte. Noi dobbiamo tornare a vincere nel nostro stadio, poi ci prepareremo per la partita col Manchester nella quale potremmo staccare il pass per gli ottavi, poi chiuderemo a Milano una bella settimana.”

RONALDO – “Quando hai giocatori simili è ovvio che ti aspetti che facciano gol. Ma da noi segnano anche gli altri, domani dobbiamo provare a segnare da palla inattiva, cosa ancora non successa quest’anno, e rappresenta un po’ il nostro deficit.”

VITTORIE – “Stiamo andando forte ma anche  quelle dietro. L’Inter ha lasciato 5 punti, il Napoli ha perso lo scontro diretto. Dobbiamo vincerle e stare attenti dietro, pensare a domani, poi a Manchester e poi a Milano. Quest’anno creiamo di più e abbiamo meno percentuale realizzativa, e qui si sente la mancanza di gol da palle inattive, che dovremmo fare domani.”

BARELLA – “Mi piace, ma per dirlo con certezza dovrei allenarlo. Lui con Bernardeschi, Chiesa e altri sono il roseo futuro della nazionale.”

INFORTUNATI – “Domani out Chiellini e Benrardeschi, Khedira e Mandzukic in gruppo.”

SPINAZZOLA – “Doveva giocare lunedì con la primavera ma per le condizioni del campo non lo abbiamo fatto giocare, però sta bene e migliora.”

PALLE INATTIVE – “Dobbiamo essere più precisi. Abbiamo preso al momento poche punizioni da vicino l’area, mentre dobbiamo migliorare sugli angoli e sulle punizioni laterali.”

SENTIMENTI – “Mi sento un allenatore che ha grande piacere ad allenare. Stiamo lavorando per raggiungere l’obiettivo che è la Champions, anche se ci vuole anche un po’ di fortuna. Abbiamo giocato due finali, due volte siamo stati eliminati in modo rocambolesco. Manca solo la vittoria finale che non deve però essere un’ossessione. Ho la fortuna di essere in una delle società più importanti d’Europa ed ho una formazione che può ambire a vincere Champions e campionato ma non è scontato. Quest’ anno la candidata a vincere la Champions è il Barcellona, basta vederle partite, e non guardarle. Noi siamo tra le prime 4 candidate, intanto pensiamo a passare il turno.”

BERNARDESCHI – “Non gioca più come all’inizio? Ci vuole equilibrio. Federico ha fatto passi da gigante nella testa e sul campo, è stato dipinto come fenomeno nelle prime partite, poi è andato in Nazionale da cui è venuto via con un problema che abbiamo trascinato. Ora l’ho fermato e il perché non ha giocato è dovuto a questo. Non dobbiamo farci prendere da facili entusiasmi, soprattutto su giocatori che ancora devono crescere, soprattutto a livello mentale. Federico è cresciuto tanto da quando è arrivato, ma ancora ha bisogno di tempo per arrivare in alto.”

PUNIZIONI – “Da lontano è più facile tiri Ronaldo, da vicino Dybala e Pjanic sono più pericolosi. Come quando prendiamo le punizioni sul nostro fronte sinistro Ronaldo è più pericoloso. Ronaldo è un ragazzo intelligente, sa che Dybala e Pjanic tirano bene quindi abbiamo deciso che quando sono vicine battono loro due.”

FORMAZIONE – “Pjanic e Matuidi giocano, poi dovrò scegliere tra Bentancur e Cuadrado. Dietro rientra Cancelo, a sinistra non so se De Sciglio o Alex Sandro  che ha giocato tanto e abbiamo impegni di Champions e con il Milan. Davanti gioca Ronaldo, poi devo capire. Mario è fuori da un po’, e ne aveva bisogno, devo capire. Non so chi mettere affianco a Ronaldo, devo scegliere tra Mario, Dybala e Douglas Costa di cui abbiamo bisogno. Gioca Szczesny in porta.”

PERIN – “È un grande portiere, giovane, con grandi prospettive per diventare il portiere della Juventus.”

BUFFON – “Mi fa piacere che Gigi rientra in Champions. Il PSG ha grandi qualità e sarà una delle protagoniste della Champions. Martedì si giocano il passaggio del turno a Napoli.”

PJANIC E DYBALA – “Ho una rosa importante che mi da la possibilità di variare e poter giocare anche senza i due.”

VELOCITÀ – “Il Cagliari è una squadra veloce, se vogliamo essere fisici gioca Mandzukic, altrimenti no.”

OBIETTIVI – “Dobbiamo cercare di non prendere gol, ne abbiamo presi 7 in 10 partite, continuando così ne prenderemo 28 e rischieremo di perdere il campionato. Dobbiamo lavorare e continuare a farlo, non abbassare la tensione e la velocità di passaggio come successo ad Empoli.”

POGBA – “Non serve a nulla parlare di quelli che non fanno parte della Juventus. Pogba è un grande giocatore che ha ancora molti margini di miglioramento, c’ha una carriera davanti. Ora è al Manchester e mercoledì lo dobbiamo incontrare.”

PUBBLICO – “Il nostro pubblico deve applaudire noi, non gli altri.”

SCARAMANZIA – “Io sono realista e obiettivo, non scaramantico. Questo non vuol dire che non abbiamo l’obiettivo della Champions. Per me il Barcellona è la candidata numero 1.”

 

Juvenews.eu

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy