VIOLENZA nel CALCIO: SOSPESA la partita di COPPA

VIOLENZA nel CALCIO: SOSPESA la partita di COPPA

Non c’è pace nel calcio greco, che si macchia di un altro episodio di violenza: mercoledì sera il derby di Atene tra Aek e Olympiacos, valido per il ritorno dei quarti di finale della Coppa di Grecia, è stato sospeso per il lancio di oggetti in campo poco prima della…

Non c’è pace nel calcio greco, che si macchia di un altro episodio di violenza: mercoledì sera il derby di Atene tra Aek e Olympiacos, valido per il ritorno dei quarti di finale della Coppa di Grecia, è stato sospeso per il lancio di oggetti in campo poco prima della fine. Dopo la rete del vantaggio per Olympiacos segnata da Jara all’88’, che qualificava di fatto i biancorossi in virtù dell’1-1 dell’andata, circa 25 sostenitori dell’Aek hanno preso d’assalto il campo e hanno cercato di attaccare i giocatori della squadra ospite, che si sono riparati nel sottopassaggio dell’Olimpico. Le immagini mostrano anche il lancio di un oggetto, forse un razzo, verso un componente dello staff dell’Olympiacos. Mezz’ora più tardi, dopo l’intervento della polizia, l’arbitro ha deciso di sospendere la gara. 

 

CAMPIONATO A PORTE CHIUSE — A febbraio il governo greco aveva fermato il campionato proprio a causa dei disordini ripetuti (tra cui quelli che si erano verificati in un altro derby della capitale, quello tra Panathinaikos e Olympiacos). Solo nello scorso weekend si era ripreso a giocare, ma a porte chiuse. Nelle partite di coppa, però, gli spettatori erano ammessi. “Il calcio greco ha toccato il fondo”, ha detto il presidente dell’Aek, Dimitris Melissanidis. (gazzetta)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy