Cori contro i napoletani: la Roma paga, curve chiuse per 2 turni

Cori contro i napoletani: la Roma paga, curve chiuse per 2 turni

ROMA – Ammenda di 50.000 euro per la Roma e obbligo di disputare una gara con i settori denominati “Curva Sud e Curva Nord” privi di spettatori, disponendo la revoca della sospensione della sanzione disposta con provvedimento del 21 ottobre 2013. Lo ha deciso il giudice sportivo Gianpaolo Tosel dopo…

ROMA – Ammenda di 50.000 euro per la Roma e obbligo di disputare una gara con i settori denominati “Curva Sud e Curva Nord” privi di spettatori, disponendo la revoca della sospensione della sanzione disposta con provvedimento del 21 ottobre 2013. Lo ha deciso il giudice sportivo Gianpaolo Tosel dopo i cori di ieri contro il Napoli nel corso del match valido come semifinale d’andata di Coppa Italia tra giallorossi e partenopei. La Roma paga il “comportamento discriminatorio per motivi di origine territoriale” per i cori ‘lavali lavali lavali col fuoco o Vesuvio lavali col fuoco’ intonato dai tifosi romanisti della Curva Sud intera al 15′ del primo tempo e al 46′ del secondo tempo. Analogo coro – si legge nella motivazione del giudice – proveniente dalla Curva Nord, al 2′ del primo tempo veniva percepito chiaramente dai due rappresentanti situati verso la Curva Nord e al centro del campo. Tale coro era intonato da una parte dei tifosi che occupava la fascia di curva piu’ prossima al settore ospiti, pari a circa 1/5 del totale. Identico coro intonato al 30′ del secondo tempo veniva percepito dal rappresentante piu’ vicino alla Curva Sud e interessava l’intera curva.

Si precisa che la Curva Sud che ha una capienza di circa 8.000 spettatori era completamente piena, mentre la Curva Nord di analoga capienza era piena per circa 2/3″. Alla Roma e’ stata comminata un’altra ammenda di 30.000 euro (lancio di bengala e petardi) e 15.000 euro al Napoli. Tra i calciatori, un turno a Nainggolan (Roma) e Borja Valero (Fiorentina).

juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy