SHOCK NEL MONDO DELLO SPORT – Incidente aereo: muoiono i tre campioni olimpionici

SHOCK NEL MONDO DELLO SPORT – Incidente aereo: muoiono i tre campioni olimpionici

Tragedia per lo sport, non solo francese. L’olimpionica dei 400 sl Camille Muffat, la velista Florence Arthaud e il pugile Alexis Vastine sono morti a La Rioja, in Argentina, nello scontro tra due elicotteri della troupe di Dropped, un programma tv di TF1 simile a «L’Isola dei Famosi». Lo scontro…

Tragedia per lo sport, non solo francese. L’olimpionica dei 400 sl Camille Muffat, la velista Florence Arthaud e il pugile Alexis Vastine sono morti a La Rioja, in Argentina, nello scontro tra due elicotteri della troupe di Dropped, un programma tv di TF1 simile a «L’Isola dei Famosi». Lo scontro è avvenuto alle 17 argentine nella Quebrada del Yeso, località di Villa Castelli. Le condizioni meteo erano buone. Non ci sono sopravvissuti all’incidente: con gli sportivi hanno perso la vita altre sette persone, tra le quali i due piloti argentini degli elicotteri e cinque membri dello staff del format. Si tratta di Laurent Sbasnik, Lucie Mel-Dalby, Volodia Guinard, Brice Guilbert ed Edouard Gilles. Gli altri cinque sportivi coinvolti nel format, il nuotatore Alain Bernard, la ciclista Jeannie Longo, il calciatore Sylvain Wiltord, la snowboardista Anne-Flore Marxer et il pattinatore Philippe Candeloro, si sono salvati. Sembra che Bernard fosse a bordo di un altro elicottero. “Apparentemente, i due elicotteri si sono scontrati in manovra – ha detto un portavoce della provincia di La Rioja, Horacio Alarcon -. Non sappiamo a cosa sia dovuta la collisione”.

IL FORMAT — La trasmissione sarebbe andata in onda quest’estate in Francia. Il format prevede che gli sportivi vengano lasciati da soli in mezzo alla natura. Dropped riprendeva un programma svedese. L’idea è di rilasciare due squadre di 4 campioni o ex sportivi in mezzo alla foresta con l’obiettivo di uscirne in tre giorni per andare a ricaricare il telefonino. Le riprese di quella che sarebbe stata la seconda edizione erano iniziate da una settimana. I lavori sono stati sospesi e tutte le persone che vi lavoravano saranno rimpatriate. Il gruppo TF1 ha espresso “immensa tristezza”.

 

I TRE CAMPIONI — Camille Muffat, 25 anni, era stata oro nei 400 sl, argento nei 200 sl e bronzo con la 4×200 sl. Ai Mondiali aveva conquistato quattro bronzi: due a Shanghai 2011 (200 sl e 400 sl) e due a Barcellona 2013 (200 sl e 4×200 sl). Nata a Nizza, si era imposta all’attenzione ai campionati francesi del 2005, a 15 anni, quando batté nei 200 misti una Laure Manaudou all’apice della propria carriera. Timida di carattere, docile e grande lavoratrice, a livello internazionale aveva conquistato la prima medaglia agli Europei di Eindhoven 2008, bronzo ancora nei 200 misti. Compagna di allenamenti di Yannick Agnel, dal 2010 si concentrò nello stile libero, per essere protagonista a Londra 2012. Obbiettivo centrato: ai Giochi fu la quarta francese olimpionica nel nuoto, dopo Jean Boiteux, Laure Manaudou e Alain Bernard. I Mondiali di Barcellona 2013 per lei furono una delusione (due bronzi), e, con la partenza di Agnel da Nizza e dal coach Pellerin, decise di ridurre gli allenamenti. Nonostante altri quattro titoli francesi, conquistati a Chartres nel 2014, nel luglio 2014 Camille annunciò dalle colonne de L’Equipe il proprio ritiro. Parlò di una “scelta di maturità”, senza rimpianti, per potersi godere una vita normale insieme al compagno. “Aveva solo voglia di essere felice” ha ricordato il suo agente, Sophie Kamoun, ancora sotto choc. Florence Arthaud, 57 anni, era una delle più grandi navigatrici al mondo, imponendosi in un contesto tradizionalmente maschile come quello della vela. Chiamata “la fidanzata dell’Atlantico”, nel 1990 si era imposta nella Route du Rhum, la più prestigiosa delle traversate dell’Oceano in solitaria, da Saint-Malo (Bretagna) a Pointe-à-Pitre (Guadalupa). Alexis Vastine, 28 anni, era stato medaglia di bronzo all’Olimpiade di Pechino 2008.
LE REAZIONI — «Parfois, la vie n’est past juste”. A volte, la vita non è giusta. Questo il tweet di Federica Pellegrini in memoria di Camille Muffat. Le due nuotatrici erano state rivali in vasca. Sullo stesso social, il Presidente della Repubblica francese, François Hollande, ha parlato di “Tristezza immensa dopo la morte di 8 concittadini. Florence Arthaud, Camille Muffat e Alexis Vastine hanno fatto brillare la Francia”. (gazzetta)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy