Schumi dice no alla Lotus, c’è Kovalainen

Schumi dice no alla Lotus, c’è Kovalainen

Michael Schumacher non se la sente di tornare in pista. Il tedesco ex Ferrari, 44 anni, ha rifiutato la proposta della Lotus che gli offriva il volante della vettura di Kimi Raikkonen (con gravi problemi alla schiena che richiedono un intervento chirurgico e, quindi, impossibilitato a scendere in pista negli…

Michael Schumacher non se la sente di tornare in pista. Il tedesco ex Ferrari, 44 anni, ha rifiutato la proposta della Lotus che gli offriva il volante della vettura di Kimi Raikkonen (con gravi problemi alla schiena che richiedono un intervento chirurgico e, quindi, impossibilitato a scendere in pista negli ultimi due appuntamenti) per le ultime due gare del Mondiale 2013 negli Stati Uniti e in Brasile. A confermare l’indiscrezione è l’agente di Schumi, Sabine Kehm, a BBC Sport. “È vero e posso anche capire il perché, dal momento che Michael è ancora molto in forma, penso che sarebbe ancora tra i migliori al volante, ma adesso lui è felice della sua nuova vita”.

kovalainen — La scelta è ricaduta quindi su Heikki Kovalainen, con grande delusione per Davide Valsecchi, terza guida della scuderia. La Lotus ha preferito il finlandese perché conosce già la pista di Austin dove si correrà il prossimo weekend, oltre ad aver già lavorato a lungo con la scuderia nel 2010 e nel 2011 da pilota titolare. Kovalainen ha alle spalle 109 Gran Premi disputati con Renault, McLaren e Caterham. Nel corso delle sue sei stagioni in Formula 1 ha raccolto 105 punti iridati, si è qualificato in prima fila per cinque volte, ha ottenuto una pole position al Gran Premio di Gran Bretagna del 2008, due giri veloci, finendo per quattro volte sul podio, compresa la vittoria al Gran Premio d’Ungheria del 2008.

mclaren — Nuovi arrivi in casa McLaren. Sarà il debuttante in F.1 Kevin Magnussen, figlio di Jan (ex pilota della scuderia di Woking), il secondo accanto a Jenson Button per il 2014. Il 21enne danese ha vinto quest’anno le World Series by Renault 3.5 Championship. Prenderà il posto di Sergio Perez. “È stato il mio sogno di guidare per la McLaren fin da quando ero un bambino piccolo” ha detto il pilota. “In Jenson – ha proseguito – ho il perfetto compagno di squadra”. Il team principal Martin Whitmarsh si è detto lieto dell’arrivo di Magnussen e ha ringraziato Sergio Perez. Il messicano aveva ufficializzato l’addio mercoledì via Twitter dopo settimane di voci sul suo destino.

(fonte gazzetta.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy