Real Madrid, Ronaldo non passa palla a Morata e il Bernabeu lo fischia

Real Madrid, Ronaldo non passa palla a Morata e il Bernabeu lo fischia

Succede anche questo nella Liga: Cristiano Ronaldo non passa un pallone ad Alvaro Morata e viene fischiato dal pubblico del Bernabeu per il suo “egoismo”. E poco importa che il Real Madrid abbia vinto 5-0 la sfida con il Rayo Vallecano, fondamentale dopo due sconfitte consecutive. Il pubblico di casa,…

Succede anche questo nella Liga: Cristiano Ronaldo non passa un pallone ad Alvaro Morata e viene fischiato dal pubblico del Bernabeu per il suo “egoismo”. E poco importa che il Real Madrid abbia vinto 5-0 la sfida con il Rayo Vallecano, fondamentale dopo due sconfitte consecutive. Il pubblico di casa, inferocito per le battute d’arresto contro Barcellona e Siviglia, che se vinte avrebbero lanciato la compagine madrilena verso il titolo della Liga, non ha risparmiato nessuno. Neppure il suo idolo Cristiano Ronaldo. Figurarsi gli altri: Diego López, ad esempio, è stato fischiato ogni volta che toccava il pallone, e fortuna che non ha fatto errori; Karim Benzema, dopo aver sprecato l’impossibile sotto porta contro Barça e Siviglia, è stato fischiatissimo dopo ogni tiro, e da qualche settore qualcuno intonava cori per Gonzalo Higuaín; Gareth Bale, mister 100 milioni, è stato fischiato ad ogni tocco di palla (e pensare che ha segnato due reti e fornito un assist) e lo stesso Ancelotti non è stato risparmiato.

 

Vincono Real, Atlético e Barça. Nonostante il clima non proprio di festa del Bernabeu, il Real Madrid ha battuto agevolmente il Rayo Vallecano con un secco 5-0: a segno nella manita blanca sono andati Cristiano Ronaldo al 15′ (assist di Bale), poi nella ripresa Carvajal (55′), Bale con una doppietta in novanta secondi, e quindi Morata (78′). Bene anche l’altra squadra di Madrid, l’Atlético: in quello che è una sorta di “derby” tra cugine (l’Atlético Madrid è nato da una costola madrilena dell’Athletic Club vero e proprio, di cui ha mantenuto nome e colori sociali), i Colchoneros hanno espugnato il nuovo San Mamés di Bilbao per 2-1: vantaggio basco con Iker Muniain dopo appena sei minuti, poi al 22′ pareggia Diego Costa con un sinistro nell’angolino basso; al 55′ gol partita di Koke, con un preciso colpo di testa. Baschi in dieci nel finale per l’espulsione di Laporte, ma che restano saldamente al 4° posto, che vuol dire in questo momento preliminari di Champions. Infine, vince anche il Barcellona, impegnato nel derby cittadino contro l’Espanyol: al Cornellà, basta una rete di Leo Messi su rigore (fallo di mano in area di Javi Lopez per i Periquitos), che così segna la sua prima rete nel nuovo impianto biancoblu, inaugurato nel 2009 e nel quale era sempre andato in bianco. In classifica, dunque, comanda ancora l’Atlético Madrid (75 punti), davanti al Barcellona (73) e Real Madrid (72). Lontano il quarto posto, occupato dall’Athletic (56), che però ha un discreto margine di vantaggio sul Siviglia (50).

 

Fanpageit

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy