Paulo Cesar: “Medaglia mondiale venduta per comprare cocaina”

Paulo Cesar: “Medaglia mondiale venduta per comprare cocaina”

“Non l’ho mai detto a nessuno, ma ora voglio sfogarmi”. Così, Paulo Cesar, un componente della nazionale brasiliana campione del mondo del 1970, ha ammesso di aver venduto la medaglia d’oro vinta al Mondiale per comprare cocaina. L’ex stella brasiliana ha deciso di liberarsi dal peso raccontando tutto in un’intervista…

“Non l’ho mai detto a nessuno, ma ora voglio sfogarmi”. Così, Paulo Cesar, un componente della nazionale brasiliana campione del mondo del 1970, ha ammesso di aver venduto la medaglia d’oro vinta al Mondiale per comprare cocaina. L’ex stella brasiliana ha deciso di liberarsi dal peso raccontando tutto in un’intervista alla rete tv brasiliana GloboNews in cui si è detto di essere molto dispiaciuto di aver venduto la “preziosa medaglia”.

IL RACCONTO — Il 65enne Paulo Cesar, che ha giocato con Botafogo, Flamengo, Fluminense, Gremio, Vasco da Gama e Corinthians, ha ammesso che la sua dipendenza è iniziata in Francia, quando ha giocato con la maglia del Marsiglia nel 1970. “Non avrei mai dovuto negoziare e vendere una medaglia così preziosa – dice il brasiliano, che confessa di aver anche venduto una miniatura della Coppa Rimet e tre edifici a Rio de Janeiro -. E’ una perdita enorme”. Il racconto è quasi straziante: “Ne sentivo il bisogno, la droga ti fa perdere tutto il senso di que l che stai facendo. A chi non ne ha mai fatto uso do un solo consiglio: non provateci mai”.
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy